23 Aprile 2019

SULPEZZO.it
post

Yasu, quando il sushi unisce le culture



Passione, competenza e conoscenza in materia di cucina e cultura giapponese sono alla base di Yasu. Non semplice sushi, una un vero e proprio ristorante di cucina fusion giapponese di altissima qualità, con l’obiettivo di offrire al cliente un’alternativa dall’alto valore, regalato al palato.
Yasu decide di scegliere il sushi come esperienza del palato, come ricerca delle fragranze autentiche che solo un prodotto fresco e preparato con la giusta competenza possono offrire.
Il locale nasce su un territorio difficile, sul quale l’imprenditoria sta cercando di lavorare tanto, per ridare luce al territorio: Varcaturo, in provincia di Napoli.
Yasu sposa l’idea di unire due culture distanti ed eterogenee e rapportarsi alle similitudini tra oriente e occidente, con un’offerta che va dal tonno fresco, al salmone selvaggio, dai gamberi di Mazara del Vallo al riso di qualità preparato come tradizione, nella Hangiri in bamboo.
Il punto di forza fondamentale è l’innovazione gastronomica, che si propone di offrire con la “fusione” che va a caratterizzare alcuni piatti giapponesi, con nascosti sapori mediterranei. Ne sono esempio nel menu i ravioli con fiori eduli (con colori delicati da giardino zen, ragù di carne napoletano e crema di Parmigiano Reggiano), o il maialino nero, cotto per 24 ore a bassa temperatura e servito come fosse sashimi. Completano il menu tipicità come il calamaro fritto servito con salsa agrodolce e “la foglia d’oro”.
Per chi non si accontenta degli standard, il tutto è sempre servito con un’attenzione particolare insieme ai vini: infatti, una varietà di etichette eccellenti, che accompagna i piatti di questo viaggio nel mondo orientale all’ombra del Vesuvio.
Ufficio

Related posts

Commercio, lo sviluppo dell’agenzia commerciale

redazione

Retenews24, redazione in lotta

redazione

Referendum sulle trivellazione: Let’s do it! Italy promuoverà il sì per il 17 aprile

Redazione

Rispondi