SULPEZZO.it
politica

Uno dei consigli comunali più giovani d’Italia è a Tramonti in provincia di Salerno

A tramonti lo scorso 18 ottobre si è tenuto il primo Consiglio comunale dei ragazzi. Nell’aula consiliare del Comune, con la presenza del sindaco, Domenico Amatruda, degli assessori Anastasia Palladino e Assunta Siani e di numerosi cittadini si è svolta l’adunanza “next gen”.

Il Consiglio è così composto: Amato Andrea, Amodio Mario, Apicella Filippo, Ausiello William, Bove Marrazzo Chiara, Cavaliere Serena, Coppola Mariarosaria, Esposito Ida, Giordano Francesco, Giordano Francesco Vincenzo, Ingenito Lucia, Loviglio Ludovico, Santelia Giorgia.

Il sindaco, augurando ai giovani amministratori un buon lavoro, ha sottolineato l’importanza di lasciarsi sempre guidare dallo spirito di democrazia e di confronto, soprattutto ora che, attraverso la delega di rappresentanza, andranno a rivestire un ruolo consultivo e proattivo, in quanto cittadini attivi di Tramonti.

Dopo i calorosi saluti del sindaco, i 13 consiglieri comunali dei ragazzi, eletti dai loro compagni della scuola secondaria di primo grado, hanno votato per il sindaco e il vicesindaco. Il risultato è stato quasi unanime: Mario Amodio è il nuovo sindaco dei ragazzi, mentre Maria Rosaria Coppola è vicesindaco. Il sindaco ha poi nominato i suoi assessori, assegnando loro delle deleghe specifiche per realizzare i progetti che ha illustrato nel suo discorso di presentazione, pieno di entusiasmo e di speranza per il futuro della sua comunità. Gli assessori sono: al turismo Ausiello Wiliam, all’istruzione Ida Esposito, al territorio Andrea Amato, all’ ecologia Chiara Bove Marrazzo, allo sport Filippo Apicella.

«Il Consiglio comunale dei ragazzi è da intendersi come una  “scuola dei cittadini” – ha detto il sindaco Domenico Amatruda –  un’ opportunità educativa in cui gli alunni mirano a soddisfare i bisogni della comunità di cui fanno parte, piuttosto che i propri bisogni individuali. Inoltre, il CCR è un’organizzazione elettiva, simile a quella degli adulti, che parte dall’ambiente scolastico per raggiungere la comunità attraverso progetti e iniziative promosse dagli alunni aperti e attuati in collaborazione con gli insegnanti e i rappresentanti dell’amministrazione locale».

«L’obiettivo – sottolinea il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “G. Pascoli, professoressa Anna Scimone – è quello di coinvolgere i ragazzi ad una partecipazione attiva e consapevole alla vita della comunità attraverso il dialogo con gli amministratori locali, ai quali rivolgere richieste e suggerimenti. Ciò permette, inoltre, di sostenere l’educazione civica all’interno della scuola e avvicinare i ragazzi alla cultura del confronto e della legalità, avanzando  proposte di sviluppo locale a favore di tutto il territorio con l’entusiasmo e la creatività che gli è propria». Uno dei consigli comunali forse più giovani d’Italia.

Related posts

Rom, assessore D’Angelo: “non perdiamo i finanziamenti”

redazione

Marciano, procedure poco chiare in Digit Campania

redazione

Bilancio Regione Campania, azzerato il deficit e ridotto il debito

redazione

Lascia un commento