18 Gennaio 2021

SULPEZZO.it
opinione politica

Università, numero chiuso nega il diritto allo studio

da Alfredo Garzi, Segretario Generale F.P. C.G.I.L. Campania e da Giosuè Di Maro, Segretario Regionale F.P. C.G.I.L. Medici, riceviamo e pubblichiamo

Le notizie apparse in questi giorni sulla stampa su presunti brogli nei test di ingresso alla facoltà di Farmacia a Napoli e sulla discriminazione operata dalla S.U.N. nei confronti degli studenti che si sono immatricolati alla facoltà di Medicina, dopo aver vinto il ricorso al TAR contro le irregolarità nel concorso di ingresso, sono la dimostrazione che il numero chiuso deve essere abolito perché rappresenta una limitazione del diritto allo studio.

Il numero chiuso si sta sempre di più caratterizzando come un impedimento al diritto allo studio, è un meccanismo che non premia la tanto declamata “meritocrazia”, ma è un percorso perverso che impedisce ai più bravi e volenterosi di accedere all’Università e favorisce interessi privati nell’ambito di quel mercato parallelo fatto di corsi preparatori e di favoritismi.

La Costituzione Italiana rimuove gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana, rende effettivo il diritto allo studio e consente ai cittadini di partecipare in maniera consapevole alla vita politica economica e sociale del paese.

La FP CGIL CAMPANIA e la FP CGIL MEDICI ritengono che il numero chiuso per l’accesso alla Università debba essere abolito, è incompatibile con il diritto costituzionale allo studio, lede la completa realizzazione della persona e per questi motivi sostengono le battaglie condotte dall’ U.D.U. per rendere esigibile il diritto allo studio

Il Ministro del MIUR, On. Giannini, tenga fede a quanto dichiarato all’atto dell’insediamento e abolisca il numero chiuso per l’accesso alla Università consentendo a chiunque di iscriversi al primo anno e scelga il modello che ritiene più utile a garantire effettivamente il merito e la completa valorizzazione dello studente.

Related posts

Caserta, pubblicato avviso pubblico per il servizio autobus

redazione

Regione Campania, 56 milioni ai comuni colpiti dal sisma del 29 dicembre

redazione

Bonifica discariche dismesse, firmate prime tre convenzioni con i comuni

redazione

Lascia un commento