27 Giugno 2022

SULPEZZO.it
cultura

una vacanza alla portata di tutti, si sta parlando del Nicotera beach village

ottimo per Famiglie, senza barriere o quasi, con un servizio in spiaggia di prim’ordine con a capo Francesco con i suoi validi assistenti Aron Alex e Antonio ed un servizio canoe e pedalò gratuito o meglio inclusi, la chicca della spiaggia è la Sedia chiamata Job. Passiamo al lato animazione, coinvolgente ma non invadennte, tra tutti ricordo Ania Spuches, che pure essendo alla sua prima esperienza è molto qualificata e pronta ad ogni evenienza, Clovis ottimo contattista, Francesca Muratore non ci sono parole per descrivere il suo calore, Gaia Belotti, persona che esprime il suo essere semplicemente con uno sguardo etc. poi il mini club posto fantastico e capeggiato Angela Fischera la quale con tutto il suo staff coinvolge i vostri bambini in una grande esperienza,  la quale rimane nel cuore dei più piccoli e permette a voi una vacanza spensierata. lati negativi primo fra tutti il parcheggio, il quale è troppo piccolo per la capienza del villaggio, secondo riguarda i tavoli del ristorante di sotto che non sono riservabili. Nel complesso ottimo posto per trascorrere un periodo vacanziero, adatto ad ogni esigenza sia di normodotati che di persona con disabilità. Le camere accoglienti e con la formula hotel pulite ogni giorno, l’unica pecca era il raggiungimento del secondo ristorante per le persone con difficoltà, perchè sito al primo piano di una scala con gradini ampi ma  potrebbero risultare scomodi, un’altro problema è la scarsa ampiezza del parcheggio già citato.

Related posts

Il thriller poliziesco di Livia Cipriano

pietro nardiello

“ADDOSSO” di Antonio Mocciola

redazione

Il Mercante di Venezia alla Galleria Toledo: realtà allo specchio tra luci ed ombre

Redazione

Lascia un commento