SULPEZZO.it
interviste

Un Viaggio nella musica di Igor Mulas

Benvenuti a questa intervista con Igor Mulas che ci parlerà del suo ultimo singolo “Su dimmi”. Questa canzone affonda le sue radici nelle emozioni profonde e nel coraggio di affrontare il passato per costruire un futuro migliore.

Ciao Igor, oggi sei qui con noi per parlare del tuo nuovo singolo “Su Dimmi”. Cominciamo con una domanda semplice: da dove viene l’ispirazione per questa canzone?
Ciao! Un saluto a voi ed ai vostri lettori. Su dimmi nasce un po’ come tutte le mie canzoni, da situazioni che ho vissuto personalmente. Racconta di un sentimento importante. Quando ci si trova davanti alla persona perfetta e dall’ euforia iniziale si inizia a razionalizzare il tutto passando dal cuore alla mente. A un passo dal dire ok, va bene, proviamoci, ecco che le esperienze sentimentali passate frenano tutto!

Questa canzone sembra davvero toccare le corde dell’esperienza umana. Puoi condividere con noi un po’ di retroscena sulla creazione della canzone? Come è nato il processo di scrittura e composizione?
La mia tecnica creativa di composizione è molto spontanea. In genere canalizzo parole e melodia ed inizio a sentirle e cantarle nella mia mente. Quindi le registro con lo smartphone per non perderle e in un momento successivo le rielaboro e ne faccio canzone. Il senso di ciò che mi arriva è strettamente legato alle situazioni che sto affrontando. Nello specifico con “Su Dimmi” stavo vivendo ciò che effettivamente il brano racconta!

Hai una vasta esperienza musicale, avendo studiato e lavorato a Londra e prodotto diversi album. Come senti che la tua evoluzione musicale ha influenzato la direzione di “Su Dimmi”?
A oggi ho prodotto 3 album cantautoriali. Ogni brano dal primissimo a oggi, mi ha aiutato a capire meglio la mia identità artistica. “Su Dimmi” è il risultato di un percorso di esplorazione del mondo dentro e fuori di me. Esplorazione che naturalmente continua.

Oltre alla tua musica, hai partecipato a vari eventi musicali nel corso degli anni. Come hai visto crescere la tua carriera e cosa ti ha spinto a continuare a fare musica?
Si ho partecipato a tanti festival e manifestazioni importanti e non. Sono sincero, il riscontro positivo del pubblico nei live mi ha fatto capire che non potevo occuparmi di musica solo per me stesso. Manifestazioni come il Music Village a Simeri in Calabria, mi hanno mostrato apprezzamenti da parte degli ascoltatori di una portata inusuale, scene di delirio collettivo, peraltro già vissute a Londra nelle classi di canto ed in altre situazioni. Tutto ciò mi ha spronato ad andare avanti e malgrado le difficoltà, a percepire la musica come un lavoro vero e proprio e quindi ad impegnarmici seriamente con grande passione.

Il messaggio che vuoi portare con la tua musica?
Mi sento parte di una comunità globale meravigliosa. Io racconto la mia esperienza umana in modo onesto e comunque sempre con l’intento di superare le difficoltà ed andare avanti più forti di prima. Spero questo possa essere di ispirazione a chi sta vivendo oggi, ciò che io ho dovuto affrontare in passato. Ognuno può contribuire in qualunque modo, oltre che al proprio benessere, anche a quello degli altri.

Infine, cosa possiamo aspettarci da Igor Mulas in futuro? Hai progetti per ulteriori singoli o un nuovo album?
Certo! Sto lavorando al nuovo album. Ogni produzione discografia è un po’ un rimettersi in gioco. È interessante vedere come muta la propria capacità creativa nel tempo. L’amore per la musica mi accompagna da sempre e per me è un onore e un dono grandissimo avere questa capacità di espressione.

Related posts

Bascià ci racconta il singolo “Dream girl”

valentina

Un giovane e brillante artista della penna biro, racconta se stesso…

A tu per tu con Malakiia

valentina

Lascia un commento