29 Novembre 2022

SULPEZZO.it
comunicati stampa

“THE NEW FALLEN” È IL NUOVO SINGOLO PUBBLICATO DAI THE GIANT BABA

Per gli amanti del Djent e del Metalcore che non disdegnano il Progressive, questo brano rappresenta un’interessante novità.

L’ispirazione arriva dalla visione di un mondo distopico: in un futuro prossimo e non definito, in cui la tecnologia ha compiuto grandi passi avanti, l’esplorazione spaziale attraverso i Wormhole ha portato l’umanità a colonizzare nuovi mondi.

La terra è ormai prosciugata dall’avidità dell’uomo e le grandi società che dominavano l’economia mondiale hanno creato delle Corporazioni Spaziali che colonizzano e dissipano le risorse di altri pianeti per sopravvivere,

In questo racconto, l’uomo si trova nuovamente a confronto con una scala sociale divisiva ed impari, che vede i ricchi e il loro benessere da guardare dall’alto la miseria e la disperazione degli altri.

“The New Fallen” mette in luce lo stile dei The Giant Baba: riff schiaccianti e ritmiche serrate alternate a shimmer e suoni spacey si amalgamano in un flusso dalle tinte progressive.

Il video che accompagna il brano aggiunge profondità al racconto, calando l’ascoltatore nella narrazione della band.

La band si è formata nel giugno del 2018 quando Ace (Giorgio Pierri,chitarrista, composer, docente di chitarra) e Jason Jackson (chitarrista composer e producer), due amanti del Djent, del Metalcore, del ProgMetal e della sperimentazione, decidono insieme di dar vita ad un’esperienza musicale unica The Giant Baba.

Nell’agosto dello stesso anno incontrano Emanuele Cossu, Batterista poliedrico e virtuoso di formazione Jazzistica, grande ascoltatore di musica e amante delle sperimentazioni e del doppio pedale, che completa la formazione.

Il sound ricorda le influenze di artisti come Animals as Leaders, Dream Theater, Plini, Toska e Deftones.

Il loro obiettivo è di prendere le sonorità delle chitarre a 8 corde (un mix tra toni baritonali e medio/alti) unirle ad una sezione ritmica (batteria) jazz rock/post metal e mescolare il tutto con il fine di dare la sensazione di attraversare un black hole musicale e catapultare l’ascoltatore in ambienti siderali post futuristici privi di tempo, logica e regole: Mondi paralleli fatti di reverberi, delay, distorsioni, poliritmie e virtuosismi, sensazioni che riportano allo space e al dreamcore che accompagneranno l’ascoltatore/viaggiatore in questa traversata interstellare.

video link: https://www.youtube.com/watch?v=8awZMMVHtgM

Related posts

Lavoro, Palmeri – Ricomincio da me: intraprendo e lavoro. “Al via 131 imprese create da ex percettori di ammortizzatori sociali.”

Redazione

Terza edizione di “‘Na Luce dint’â Matalèna”

Redazione

Scopriamo talenti, sempre più affermata l’Agenzia Freestyle di Pietro Bellaiuto

ANGELA ANDOLFO

Lascia un commento