24 settembre 2018

SULPEZZO.it
comunicati stampa

Tavola Rotonda, “Le Voci Celate”

Incontro – dibattito sul fenomeno della violenza di genere

Giovedì 30 novembre 2017, ore 9:30 – 12,30, Liceo A. Genovesi

Piazza del Gesù Nuovo 1 Napoli

 

Quali gli strumenti più idonei per contrastare il fenomeno della violenza di genere? Quali i linguaggi da adottare per comunicare a riguardo e nella maniera più adeguata alle nuove generazioni? Quali le strategie comunicative che possano avere impatto sul modo di concepire il ruolo della donna nella società contemporanea? Questi, i temi che saranno affrontati in “Le Voci celate, Incontro – dibattito sul fenomeno della violenza di genereche si terrà il giorno 30 novembre 2017, alle ore 9,30 presso il Liceo A. Genovesi di Napoli, aperto alle scuole e alla cittadinanza.

L’incontro è organizzato da NomoΣ Movimento Forense in collaborazione con la II° Municipalità del Comune di Napoli. Porteranno i saluti la Prof.ssa Maria Filippone, Dirigente Scolastico del Liceo A. Genovesi, il Dott. Francesco Chirico, Presidente della II Municipalità di Napoli, la Prof.ssa Genoveffa Rosaria Tramontano, Dirigente scolastico del VI I.C. Fava – Gioia e l’Avv. Argia di Donato, Presidente di NomoΣ Movimento Forense.

L’evento è articolato in due sessioni, “Le Voci Celate: linguaggi alternativi per contenere il fenomeno della violenza”, con gli interventi di Giuliana Covella, scrittrice e giornalista de IL Mattino, dell’avv. Milena Miranda, dell’avv. Alessia Schisano e della Dott.ssa Rosetta  Cappelluccio, psicologa, psicoterapeuta  e sessuologa. Modera l’Avv. Emanuela Monaco, segretario di NomoΣ Movimento Forense.

Un incontro a più voci: avvocati, giornalisti, insegnanti, psicologi ed istituzioni cittadine, per individuare le cause della violenza di genere. “La violenza nei confronti della donna – spiega l’Avv.to Argia di Donato, Presidente di NomoΣ Movimento Forense – può essere contrastata solo con una presa di coscienza reale. La cultura e l’educazione possono aiutare i ragazzi ad avere una “diversa” concezione del ruolo della donna all’interno della società contemporanea. Occorrono, pertanto, nuovi linguaggi per comunicare alle nuove generazioni”.

A questo scopo l’incontro è arricchito da performances e proiezioni artistiche: scene dal docufilm “MALAMORE” di
Onofrio Brancaccio, proiezione delle fotografie della campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere #ognidonnahainseunadea, performance poetico/letteraria sul tema della violenza, dell’abuso, dell’abbandono a cura della poetessa docente Elena Varriale, proiezione del video “Scarpette Rosse”, proiezione del video “Rispettami!” ad opera degli alunni del IV – V pluriclasse scuola primaria – III B Scuola secondaria di I grado – Plesso Flavio Gioia – 6° I.C. Fava  –  Gioia (Napoli), nonché “Reading e Movimento”, a cura degli studenti del Liceo A. Genovesi con l’introduzione della prof.ssa Annamaria Bianco.

La seconda sessione “Facciamo rete: associazioni a confronto”, ha per protagoniste le associazioni impegnate sul territorio. Il dibattito, condotto dalla Dott.ssa Giovanna Farina, Presidente della Consulta delle Associazioni e delle Organizzazioni di Volontariato della Municipalità 2, è finalizzato alla costituzione di un tavolo permanente verso la “Costruzione della Tabula della non Violenza sulle Donne“. Intervengono le Associazioni: NomoΣ Movimento Forense (Presidente 
Avv. Argia di Donato), Psicologi in contatto (Presidente Dott. Salvatore Rotondi), Legambiente Parco Letterario del Vesuvio (Presidente Dott.ssa Paola Silvi), Associazione Donne Architetto (Presidente Arch. Emma Buondonno, Arch Giovanna Farina, Arch. Rossella Russo), Percorsi napoletani (Presidente Arch. Graziella Carotenuto), Maipiùviolenzainfinita (Presidente, Dott.ssa Virginia Ciaravolo), Aied Napoli (Dott.ssa. Mariaconcetta Mingiano), Onofrio Brancaccio, Regista del docufilm “Malamore”.

 

Related posts

S. Maria a Vico, mostra: “I Colori della Mente”

Mimmo Caiazza

“No confort zone”, primo singolo del prossimo EP di Francis McVan Project

Francesco Vannini

“L’oro di Napoli”: l’artigianato incontra la cultura gastronomica nei gioielli di Flavio Toro

Mimmo Caiazza

1 commenti

Rispondi