27 Maggio 2020

SULPEZZO.it
musica

Salerno, scende in campo D’AMBROSIO con il suo EP “Il Gioco del Mondo” “Il Rock pe combattere questa società

 

 

“Combatto nella società di oggi a suon di musica”. È lo spirito con cui D’Ambrosio entra in scena con il suo primo progetto artistico autoprodotto in uscita prossimamente. Il rocker salernitano, sotto la benedizione di Edoardo Bennato e Piero Pelù, è “pronto a salpare” in questo mondo non facilissimo della musica italiana. “Tutti oggi vogliono un posto al sole” dice il cantautore D’Ambrosio, “la musica italiana è corrotta oramai e noi siamo burattini del potere mass-mediatico” Artista- Filosofo rinnegato, D’Ambrosio ha il suono grezzo di un Dylan cresciuto nei quartieri neri del Delta del Mississippi, di un Edoardo Bennato cresciuto in terra Partenopea (che tra l’altro conosce di persona), di un Piero Pelù dal rock estremo. Ha rabbia da vendere, una furia proto punk e un testo sarcastico e genericamente di protesta. Nato a Salerno il 3 giugno del 1992 ha conseguito la maturità classica presso il Liceo Classico “Francesco De Sanctis” e si è laureato e specializzato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Salerno. Eclettico cantautore e musicista ha sempre cercato l’innovazione e la stravaganza nelle sue opere, senza, però, mai dimenticare le tradizioni della sua terra e i valori del passato. Armando, illuminato dai grandi del rock che negli anni ’60 – ‘70 spopolavano in tutto il globo, ha dunque cercato di fondere le sonorità anglo-americane con quelle del nostro Paese. “Voglio rispondere ai “baroni del consenso artistico” e alla “gentucola” che rumorosamente infastidisce la mia anima e le mie scelte artistiche: io sono un provocatore ed è giusto che provochi e chi non è capace di ironia è capace di compiere qualsiasi delitto. E’ il conformismo da anticonformisti che odio.” Ecco le parole di Armando che risuonano come un mantra contro un mondo discografico e non oramai alle strette e sempre più conforme. Continua dicendo: “Il rock è un sentimento, è uno stile di vita ed il prezzo da pagare è la solitudine e l’incomprensione della massa”.  Insomma, è una vita di rock arrabbiato quella del cantautore 24enne ma certamente sentiremo ancora parlare di questo personaggio “scomodo”. Prossimamente la presentazione ufficiale del suo EP.

 

Related posts

Vincenzo Di Girolamo: nuovo disco per Native Division Records

redazione

Jovine lancia il nuovo singolo: “Puortamecute”

Redazione

KIOWA – FUORI L’ALBUM “BLOOM”

Giuseppe Cirillo

Lascia un commento