SULPEZZO.it
interviste teatro

Pasquale Palma: “la mia missione? Farvi ridere!”

Dopo il successo della prima edizione, a grande richiesta, ritorna lo spettacolo “Il Dottor Futuro” che sabato 14 aprile approderà al Teatro Delle Arti a Salerno. Una commedia teatrale tutta da ridere, che gioca sulle differenze tra gli anni ottanta e la realtà contemporanea con gag esilaranti e paradossi temporali. Reduce dall’esperienza del film “San Valentino Stories”, Pasquale Palma, tra i più amati comici napoletani, interpreta Il Dottor Futuro”,protagonista dello spettacolo, prodotto da Best Live con Gennaro Scarpato, Pio Luigi Piscicelli, Oreste Ciccariello e le attrici Claudia Tranchese e Ida Anastasio. La regia è affidata ad Antonio Guerriero che firma anche la sceneggiatura insieme a Palma e Scarpato. Le musiche sono a cura di Tommaso Primo.

Intervista a PASQUALE PALMA

Dopo tanta tv, un recente film al cinema ” San Valentino Stories” ritorni in teatro con una commedia tutta da ridere “Il dott. Futuro” in scena al Teatro delle Arti a Salerno. Ma chi è il dott. Futuro?
Il Dottor Futuro dello spettacolo è uno scienziato che negli anni 80 comincia un esperimento: iberna un uomo in un frigorifero con la promessa di “scongelarlo” dopo 30 anni per capire che le cellule si possono adattare o meno ai tempi che passano. Lo scienziato muore e l’unico parente sono io che mio malgrado sarò costretto a riportare alla vita questo ibernato e spiegargli i tempi che sono passati. Da qui parte la storia dello spettacolo in cui si fanno i conti col passato, col presente e col futuro, ovviamente con un mare di risate. 
Con me in scena Gennaro Scarpato, Oreste Ciccariello, Ida Anastasio, Claudia Tranchese e PioLuigi Piscicelli. La regia è di Antonio Guerriero 
 Hai lavorato con tanti personaggi dello spettacolo. Raccontati qualche aneddoto divertente che hai condiviso con qualcuno in particolare.
Beh…nelle varie esperienze che ho avuto in questi anni ho condiviso molte avventure con altri colleghi e grandi nomi. Ognuno mi ha lasciato sicuramente qualcosa perché io sono un attore e una persona molto empatica, lavoro con i sentimenti e con lo scambio di energie. Non voglio dire tutti i nomi altrimenti ci dilunghiamo e rischio di dimenticare qualcuno. Dico che una delle più grandi emozioni della mia carriera è stata condividere il palco del Teatro San Carlo con un signore che si chiama DIEGO ARMANDO MARADONA. 
In quei giorni a Teatro scherzammo insieme e ricordo che lui mi chiamava ‘O CURT. 
All’inizio non dissi niente ma visto che lui continuava dopo un pó gli risposi: DIEGO NON È CHE TU SEI TRE METRI.  Lui annuì. Rido ancora
 Vivo D’Angelo ti ha reso celebre al grande pubblico, ma Pasquale Palma che musica ascolta?
Vivo D’Angelo è stato il primo personaggio che mi ha regalato l’affetto del pubblico. 
Il personaggio nasce da una mia vera ammirazione per il grande Nino.
Diciamo che ascolto un po’ tutta la musica: da Nino D’Angelo a Michael Jackson, Pino Daniele, i Queen, Lucio Dalla, Jovanotti…
Mi piace moltissimo la musica italiana e sono affascinato anche dalle proposte nuove che sono fortissime, tipo Ghali.
Dopo questo spettacolo, cosa c’è nell’immediato futuro?
Sto preparando delle cose ma ovviamente ancora devono prendere forma. Aspettiamo un altro pó.Una cosa però posso dirla: Voglio farvi ancora ridere. Una delle più belle missioni che un comico possa avere è proprio questa: far stare bene gli altri e di conseguenza stare bene lui. 

Related posts

PERT, continua il tuor al carcere di Turi

Mimmo Caiazza

Imprò, il match d’improvvisazione teatrale arriva al Nuovo Teatro Sanità

redazione

Ora di pranzo a Sala Ichòs

Mimmo Caiazza

Rispondi

Accedi

Do not have an account ? Register here
X

Registrati