28 Maggio 2022

SULPEZZO.it
P.F:R:
comunicati stampa cultura eventi e società musica

P.F.R. Full Band live

Campetto di Mortora, via Sant’Andrea, Piano di Sorrento, start 20:30.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Concerto di presentazione del disco “Post Fata Resurgo” del duo P.F.R. formato dal rapper/MC Mauro Marsu e dal polistrumentista Salvatore Torregrossa Per l’occasione in Full Band:

Rosalba Alfano – voce
Antonello Buonocore – basso
Pasquale Ferraioli – batteria
Antonio Suarato – chitarra

I P.F.R. sono il gruppo vincitore dell'”Arezzo Wawe Music Contest 2021″ per la Campania con questa motivazione: “Rap di ottima fattura e al passo con i tempi. Le barre del MC non sono mai banali e la loro musica si mischia bene anche con la tradizione musicale campana.” Rappresenteranno la regione nella fase nazionale.

Il disco “Post Fata Resurgo” è in libero ascolto su Spotify, Rockit.it, disponibile su tutti gli stores digitali e in formato CD Audio (che sarà possibile acquistare durante la serata).

INFO:
P.F.R. (Post Fata Resurgo) è un progetto che omaggia e incarna musicalmente quel “Post Fata Resurgo”, da sempre motto della città di Castellammare di Stabia (NA), nonché titolo dell’album.
Il duo è formato dal rapper/MC Mauro Marsu, (tra i frontman dei Resurrextion dal 2002) e dal polistrumentista Salvatore Torregrossa, che spazia tra tastiere, chitarra, sax, tromba, basso, fisarmonica, percussioni e tutto ciò che suona.

I due artisti, dopo aver collaborato per il disco “Prima dell’alba”, per il brano “HavaNapolis” (col cubano Alex Acosta) e dopo varie collaborazioni in “lockdown” nel 2020, hanno deciso di dar via a un progetto condiviso.
Post Fata Resurgo è il frutto di questo lavoro (anticipato dall’EP “Assaggi”, uscito il 16 dicembre 2020).

Una musica catartica, provocatoria, liberatoria.
Più che di Musica Rap il progetto è… Rap su Musica, 1000 influenze, 0 barriere.Letteralmente: nel disco infatti ci sono molteplici influenze oltre al rap: funk, soul, jazz, ballad, napoletana, rock, punk-rock, disco, folk, tradizionale, scat fino al pezzo “22 e 55 Museca” che miscela insieme 15 generi differenti!

Il minimo comune denominatore è il Rap, ma declinato su strumentali che raccolgono e miscelano anni di ascolti, studi, ricerca e passione per la musica.

Il disco è stato registrato a Castellammare di Stabia, nel “Sanamusica Studio” di Salvatore Torregrossa, che ha curato i mix dell’album (ad eccezione delle tracce 2,3 e 4, missate da DJ Spider). Il Coro degli Ultras presente nell’ultima traccia è stato registrato al SDM Recording Studio, Gragnano (NA).

I master sono stati curati da DJ Spider (membro dei Resurrextion e del team di produzione Overmuzik).

Related posts

“Male male”, vino e musica nel nuovo singolo di Kelly Joyce che anticipa il progetto DeCanto

Davide Guerri

40 anni di Hotel Supramonte in una versione cantata da Marco Silvaroli

Marco Silvaroli

La Gazzetta dello Spettacolo Magazine rinnova il look

Redazione

Lascia un commento