16 Giugno 2021

SULPEZZO.it
cronaca

Ottaviano, richiesta fondi per plesso D’Aosta, via Riella, via Santa Teresa e via Mozzoni

Nell’ambito dei progetti di rigenerazione urbana previsti dal Governo, con tre delibere di giunta il Comune di Ottaviano ha programmato investimenti per circa 5 milioni di euro, partecipando a uno specifico bando.

Con 3 milioni e 300mila euro sarà riqualificato il plesso D’Aosta; con 500mila euro ci saranno interventi su via Riella, con la costruzione di una strada tutta nuova collegata a via Paradiso e, di conseguenza, a via Orto; con 940mila euro sarà realizzato un collettore fognario di acque bianche che eliminerà i problemi di allagamento in via Santa Teresa e via Mozzoni, inoltre saranno asfaltate le due strade.

“Sono opere importantissime, sono risposte concrete ai bisogni della collettività, sono una parte di quel lavoro che questa amministrazione sta portando avanti ormai dal 2013 e che ha visto Ottaviano cambiare profondamente. Oggi viviamo in una città più bella e accogliente: i problemi sono ancora tanti ma, come vedete, noi non ci fermiamo mai e pensiamo costantemente al futuro, al bene della cittadinanza. Voglio ringraziare il consigliere delegato ai lavori pubblici Vincenzo Caldarelli per il consueto impegno, l’assessore all’edilizia scolastica Virginia Nappo e l’ufficio tecnico per l’ottimo lavoro svolto”, dichiara il sindaco Luca Capasso

“Con la partecipazione al bando per via Riella, miriamo a risolvere un problema ormai datato che per anni ha arrecato un disagio ai nostri concittadini: finalmente abbiamo individuato una soluzione che i residenti della zona aspettavano da tempo. Nella medesima progettualità anche via Santa Teresa e via Mozzoni saranno riqualificate per la mitigazione del rischio idraulico. Sono anni che ormai lavoriamo sul territorio, con costante impegno per il bene di Ottaviano”, prosegue Vincenzo Caldarelli, consigliere comunale delegato ai lavori pubblici.

 

 

Related posts

Meritocrazia Italia, arriva il “Manifesto di Sorrento” per promuovere l’impegno attivo a favore del Paese. E vota “No” al referendum.

Redazione

Apolline project organizza una visita guidata al sito archeologico di Pollena Trocchia

Redazione

“La buona sanità esiste e noi ne siamo testimoni diretti.” Spondilodiscite. La storia di Lena

Redazione

Lascia un commento