26 Marzo 2020

SULPEZZO.it
cinema

Orphan Black: una serie capace di incollarvi allo schermo

Cresciuta per strada, sempre in fuga da un passato di scelte sbagliate, Sarah assiste al suicidio di una donna che le assomiglia come una goccia d’acqua.

Questo è l’incipit di una serie thriller-drammatica che  visibile sulla piattaforma Netflix  che ha messo fino ad ora a disposizione dei suoi utenti le 5 stagioni  fino ad ora uscite. Sarah è una ragazza che fin da piccola ha vissuto in una famiglia affidataria, lei  ha messo al mondo una figlia lasciata alla madre adottiva chiamata Signora S, la quale vedendo la vita di Sarah decide di non farle vedere la figlia.

Sarah vedendo l’incidente crede di avere una sorella gemella di cui nessuno le  aveva parlato. La ragazza prima di uccidersi sotto al treno in stazione lascia la borsa sul binario, Sarah la prende e comincia a farsi qualche domanda, decidendo per prima cosa di contattare un suo amico fraterno di nome Felix per raccontargli quanto è accaduto e farsi aiutare sia nella ricerca di informazioni sulla persona appena deceduta, sia nella riconquista della fiducia nei confronti della signora S.  Felix titubante accetta di darle una mano. Per scoprire di più sulla ragazza morta, Sarah decide di rubarle l’identità scoprendo così che la donna era una detective del dipartimento di  New York. Nei suoi panni Sarah inizialmente ha difficoltà ad entrare, anche perché all’inizio ha paura  che i colleghi se ne possano rendere conto, poi con il passare del tempo si rende conto che questo non è possibile perché sono talmente simili le due persone, che per Sarah basta cominciare a vestirsi e a cambiare la pettinatura come Elisabeth Chials, questo era il nome che Sarah trova su i documenti della ragazza di cui ruba l’identità.  Sarah riesce ad ingannare quasi tutti nei panni della poliziotta, l’unico un po’ più restio a crederle è il partner , di nome Art, che la vede giustamente un po’ maldestra.

Il mio personale consiglio è che le 5 stagioni della serie, prodotta dalla BBC, che  ha vinto molti premi, tra cui  Shaw Media Award alla migliore interpretazione di un attore per un ruolo continuativo da protagonista in una commedia. è assolutamente da guardare, perché è capace di non farti staccare gli occhi dallo schermo.

 

 

 

Related posts

La paura siCura: venerdì 31 gennaio alle 20.30 Vacis guida alla scoperta di storie di timore e coraggio

Tania Sabatino

Un’altro affascinante ospite del Festival per ragazzi più amato MIKA

Paolo De Leo

PERLA GLORIA la nuova web-serie tutta da scoprire

Annita Corsato

Lascia un commento