25 Maggio 2019

SULPEZZO.it
cultura

NTS’ e Nest vincono il premio nazionale “Rete critica”

Il Nuovo Teatro Sanità e il Nest – Napoli Est Teatro vincono il premio nazionale Rete critica 2017.
La fase finale del premio si è svolta a Padova il 6 e7 dicembre, dove si è riunita la rete dei blog e dei siti indipendenti di informazione e critica teatrale, capeggiati dal sito Ateatro di Oliviero Ponte di Pino, che assegna il premio dal 2011 al teatro italiano contemporaneo.
Dopo la prima fase di votazioni, che si è svolta online, la fase finale del Premio Rete critica ha avuto luogo al Teatro Verdi di Padova grazie al Teatro Stabile del Veneto-Teatro Nazionale. In quest’occasione la giuria ha potuto assistere agli spettacoli delle compagnie finaliste e alle presentazioni dei progetti organizzativi e dei progetti di comunicazione selezionati per la fase conclusiva. Alla manifestazione hanno partecipato anche i rappresentanti delle testate che hanno preso parte alla votazione.
 
Nel 2017 i candidati come Miglior spettacolo/compagnia sono stati: Marta Cuscunà, Compagnia Musella-Mazzarelli, Silvia Gribaudi, Sardegna Teatro-Teatropersona. Nella categoria Miglior progetto organizzativo – Premio Sandra Angelini hanno concorso: Futuri Maestri (Teatro dell’Argine), NEST (Napoli Est Teatro) e Nuovo Teatro Sanità, Primavera dei Teatri. Mentre per il Miglior progetto di comunicazione erano in lizza Terreni creativi (Albenga), Santarcangelo 2017, il Progetto Write di Tino Caspanello, il Progetto Clessidra del Teatro Le Forche. Il premio come Miglior spettacolo/compagnia è andato a Marta Cuscunà e il premio per il Miglior progetto di comunicazione è stato assegnato a Terreni creativi di Albenga.
Le due giovani realtà partenopee, candidate insieme grazie al patrocinio del giornalista di Fanpage Andrea Esposito, che ha voluto unire i loro lavori riscontrando un intento comune nella capacità di realizzare un progetto che si configura “non solo come utopia di cambiamento, ma come realtà che opera un’azione quotidiana in territori difficili, coniugando al lavoro sociale una proposta artistica di grande valore culturale”, hanno conquistato 14 voti sui 7 assegnati al progetto Futuri Maestri e ai 4 di Primavera dei Teatri.
 
A  presentare i progetti e a ritirare il premio a Padova, Mario Gelardi e Milena Cozzolino per il Nuovo Teatro Sanità e Adriano Pantaleo e Francesco Di Leva per il  teatro Nest. A proposito del riconoscimento ricevuto, il direttore artistico del Nuovo Teatro Sanità e i fondatori del Nest, Adriano Pantaleo, hanno affermato: “Siamo orgogliosi e commossi di annunciare che insieme al Nest Napoli est Teatro siamo vincitori del premio nazionale Rete Critica. Ringraziamo il giornalista di Fanpage.it, Andrea Esposito, per aver patrocinato la nostra candidatura come gruppo unico. Siamo due teatri diversi, che lavorano in luoghi anche lontani, ma accomunati da una storia e un intento comune. Dedichiamo il premio soprattutto ai nostri ragazzi, ai giovani che frequentano i nostri teatri quotidianemente e che di quei luoghi sono l’anima splendente e vera. Noi abbiamo costruito teatri e futuro in luoghi dove nessuno voleva andare, in quartieri che sono fortini della camorra, ma ci teniamo a sottolineare che non abbiamo salvato nessuno, semmai sono i ragazzi di questi quartieri che hanno salvato noi e, forse, anche un po’ il futuro del teatro”.

Related posts

Riforma Luterana a Napoli, 500° anniversario

Redazione

Patrizia Reso racconta il fascismo nel libro presentato a Cava de’ tirreni

Paolo De Leo

The world bridge – New York Napoli 2016

Redazione

Rispondi