SULPEZZO.it
  • Home
  • cronaca
  • Napoli, Zona Est: Tavolo Aperto incontra il Sindaco sull’emergenza sicurezza
cronaca

Napoli, Zona Est: Tavolo Aperto incontra il Sindaco sull’emergenza sicurezza

Tavolo Aperto– Rete di singoli, associazioni e organizzazioni di Napoli EST il primo giugno ha incontrato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’assessore Alessandra Clemente e l’assessore Ciro Borriello presso il Teatro Nest.

«L’incontro è natoaffermano gli attivisti di ZETA –  dall’esigenza di porre all’attenzione delle istituzioni locali, nessuna esclusa, il Comune, la Regione, la Municipalità, la situazione di emergenza criminale e di abbandono che sta vivendo da mesi tutta la VI Municipalità e in particolare il quartiere di San Giovanni a Teduccio».

La rete che da circa un anno opera sul territorio è impegnata a monitorare diverse questioni che interessano il territorio di Napoli Est così come relazionato a inizio incontro dalla rete.

Le richieste di Tavolo Aperto

La realizzazione dell’impianto di Compostaggio/Biodigestore nell’area dell’ex depuratore, l’allargamento del Porto commerciale – che si sviluppa su tutta la fascia costiera di San Giovanni- , la questione dei Bipiani a Ponticelli, che rappresenta una ferita aperta da decenni per la nostra comunità.

L’incontro con il sindaco è stato richiesto dalla rete in seguito alla manifestazione del 19 aprile scorso che ha visto più di 1000 persone, tra scuole e cittadini comuni, scendere in strada contro le “stese” di Camorra nella zona del Rione Nuova Villa di San Giovanni a Teduccio.

Alla luce di questa analisi il sindaco e gli assessori presenti si sono impegnati a:

Chiedere in data 6 giugno in occasione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica delle ore 09,30 la presenza di una camionetta dell’esercito nel Rione Nuova Villa e la convocazione di un incontro monotematico con Questore e Prefetto eduna delegazione di Napoli ZETA.

Incontrare ogni mese una delegazione del gruppo Zeta, istituzionalizzando così un tavolo periodico e tematico con le realtà del territorio sulle diverse istanze presentate, con gli assessori di competenza.

Il sindaco e l’assessore Clemente prendono atto che negli anni questa area della città è stata “sacrificata” per quanto riguarda la presenza della polizia locale e si impegnano in prima istanza ad informarci sul numero preciso di agenti presenti nelle varie unità territoriali della città e sui “distacchi” che le unità territoriali subiscono per coprire eventi e manifestazioni in altre aree.

L’ Assessore inoltre comunica al Tavolo che sono già operativi 6 nuovi agenti nell’Unità Territoriale di Napoli Est. Napoli Zeta chiede che vengano creati i presupposti per dare pari dignità anche a questa parte di città, in termini di copertura del servizio di Polizia Locale.

Consapevoli che la repressione non è la soluzione al problema stese di camorra, ma solo un primo meccanismo di contrasto, riteniamo ci sia bisogno di un sostegno istituzionale per creare percorsi culturali ed educativi in sostegno a quanto già fanno associazioni, scuole e parrocchie.

Il sindaco si impegna all’apertura di un canale per la creazione di una programmazione culturale e di eventi strutturale e condivisa sin da subito con l’assessore alla Cultura Nino Daniele e l’assessore ai Giovani Clemente (presente all’incontro), in particolare nei luoghi dove più forte è la percezione di paura e di abbandono degli spazi pubblici (piazze, strade) a causa della recrudescenza criminale delle ultime settimane.

L ‘assessore Borriello (presente all’incontro) si impegna, per quanto riguarda i Bipiani di Ponticelli, per quanto di competenza del Comune, ad informarci su smantellamento e ricollocazione dei residenti in una struttura di proprietà comunale opportunamente riconvertita ad uso abitativo con carattere temporaneo e di farsi portavoce insieme ai cittadini presso la Regione per quanto di competenza dia quest’ultima.

«Proprio con l’obiettivo di accendere i riflettori sulla questioneconcludono i rappresentanti di ZETA abitativa dei bipiani di Ponticelli, il collettivo di Napoli ZETA lancia un evento di animazione ludico-ricreativa e di denuncia sociale, ZETA RICHIAMA NAPOLI,  che si terrà sabato 9 giugno dalle ore 10 alle 13 presso il campo Bipiani in via Fuortes».

Related posts

Why not, De Magistris: farò sindaco sospeso

redazione

FAI e Antiusura soddisfazione per gli arresti a Torre Annunziata

redazione

Amiando in strada a San Giovanni a Carbonara

redazione

Rispondi

Accedi

Do not have an account ? Register here
X

Registrati