12 dicembre 2018

SULPEZZO.it
musica

“Moonsaw”: il nuovo album di FKA Ivan e Nimen

Nuova produzione e quarto lavoro in studio, per FKA Ivan e Nimen, raffinati produttori e musicisti emiliani, che presentano un lavoro interessante intitolato “Moonsaw”. L’album, uscito il 27 ottobre, riparte da quello precedente (“Messdeu”) e rappresenta la continuazione di un percorso musicale e artistico che parte da lontano. Il duo, rispettivamente di origine russa e romena, propone un intreccio sonoro accattivante e onirico, mai scontato e banale, in cui ogni brano viene trattato con una visione personale decisamente intrigante. Filo conduttore risulta il trap, ma le contaminazioni sono tante e ben miscelate tra loro, dalla witch-house, al dream pop, fino alla sperimentazione elettronica.

Atmosfere notturne e soffuse, a volte oscure, in cui le nebbie della pianura padana fanno da sfondo a realtà quotidiane spesso di disagio e insofferenza e dove pallidi squarci di un sole autunnale mitigano parzialmente un malessere più profondo. La provincia più piatta che si esprime in giornate sempre uguali a se stesse, apatiche, dove il desiderio di riscatto si fa ogni giorno più forte.

La musica come veicolo indispensabile, per canalizzare e indirizzare al meglio il desiderio di riuscire ad essere protagonisti della propria quotidianità. Otto tracce quasi subliminali, che trasportano in mondi lontani, lunari e metafisici. Richiami a Sigur Ros ed echi che ricordano certi lavori di King Krule. Già dal primo brano “Frozen/Locked” la direzione è tracciata, atmosfere più pop per “Realize” e “SharpShine” e poi “Banshee” breve brano introdotto da un carillon. Ancora atmosfere rarefatte e sperimentali in “Blizzard” mentre “FullMoon” propone un bel tappeto sonoro con immagine evocative che ricordano certe notti di plenilunio.

Un lavoro interessante, con una forte connotazione espressiva e che ricerca percorsi nuovi, sperimentali. Linguaggio sempre legato all’immediatezza del trap, ma con una raffinatezza musicale sempre ricercata, né noiosa né fine a se stessa. Un album da ascoltare e da assaporare, un salvagente ideale per chi non vuole rimanere impantanato in una produzione musicale nazionale troppe volte sempre uguale e ripetitiva. Buon ascolto.

Di seguito il link per ascoltare il loro ultimo album dal titolo “Moonsaw“:

https://open.spotify.com/album/0jnkytXCtk8AcCkuctyX9t?si=uFCIvVzPQz6mVNYnbrfRfg

Related posts

Antonella Ruggiero in concerto

Giuseppe Prudente

Alternanze Sonore: duello con musica e parole

redazione

Il 31 ottobre esce “Lazarus Experiment” il nuovo album di J.Asadi

Annita Corsato

Rispondi