Posted On 5 dicembre 2017 By In appuntamenti, Musica With 24 Views

A MEZZOCANNONE OCCUPATO SI BRINDA A SUON DI TAMBURI DI MR GROOVE CICCIO MEROLLA E LA SUA FULLA BAND

Una serata che abbina il buon vino alla musica di uno dei percussionisti- rapper più accreditati del panorama italiano si potrà gustare sabato 9 dicembre a Mezzocannone Occupato(via Mezzocannone,14) dove il groove di Ciccio Merolla sbarca al “Vino alla Vittoria!”, il festival indipendente a cui parteciperanno produttori di vino da tutta la regione. Dalle ore 17 in poi nel cortile di Mezzocannone Occupato ci saranno assaggi di vino, degustazioni, stand informativi e alle ore 22 si terrà il concerto di Ciccio Merolla (ingresso concerto 5 euro) per un live ricco di sperimentazioni in cui non sarà solo ma in compagnia di tanti ospiti come Massimo Jovine, PeppOh e Carmine ‘O Rom che, insieme alla sua full band formata da Giuseppe Spinelli (Chitarra), Antonio Esposito(batteria), Davide Afzal (basso), Gianfranco Campagnoli (tromba), Andrea “Oluwong” Esposito – dubmaster, daranno vita ad un concerto inedito. Non solo rap, non solo hip hop, ma tanti ritmi tribali che vanno da quelli del medio oriente fino al sud America che si fondono fino a dare vita ad un dub evoluto verso ritmi più percussivi che strizzano l’occhio all’elettronica. Il suo stile è una miscela esplosiva in cui i suoni mediterranei si trasformano in un linguaggio che abbraccia la cultura della strada senza mai rinnegare le sue radici napulegne che raggiungono altre aree del pianeta accomunate dagli stessi sentimenti, Ciccio Merolla racconta storie di migrazione, solitudini, violenza, nelle sue liriche taglienti, crude, che si fanno più morbide quando affronta argomenti come l’amore, accoglienza, amicizia passando per la freschezza che ci regala nei brani come ‘O Munno che sento(https://www.youtube.com/watch?v=_OqLvP9j_yg  ) ‘o Bongo e la personalissima versione  di Caravan Petrol (https://www.youtube.com/watch?v=GUaZP23PhpA)

Formazione:
Ciccio Merolla – voce e percussioni
Giuseppe Spinelli – chitarra
Antonio Esposito – batteria
Davide Afzal – basso
Gianfranco Campagnoli – tromba
Andrea “Oluwong” Esposito – dubmaster
PeppOh – Voce

CICCIO MEROLLA è uno dei percussionisti-rapper più accreditati del panorama musicale italiano con all’attivo i seguenti dischi: Nun pressà ‘o sole; Kokoro di cui il video del singolo Femmena boss è premiato alla VI edizione di Roma Videoclip entrando nella playlist di MTV; Fratammè di cui il singolo entra nella top 20 della indie music like entrando in rotazione in oltre 500 radio italiane, ottenendo successo anche in Germania e in Svizzera.
Due i videoclip tratti dal disco: “Fratamme’”, e “ ‘O pitbull ”, proiettati alla 68° MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA, premiati alla IX edizione di Roma video clip e finalista al premio PIVI 2011; Instant Dialogues con Riccardo Veno ( Premio Toast 2014).
Il grande cinema scopre un Ciccio Merolla attore: diretto da Alessandro Gasmann in Razza Bastarda; dai Manetti Bros in Song ‘e Napule; Nello Mascia lo sceglie per le musiche del cortometraggio “Appuntamento con Eduardo”.
In teatro è stato protagonista di opere come : “Dio ci ha creato gratis regia di Mimmo Corrado; Pascia’ di Peppe Lanzetta; La festa di Piedigrotta e O’ Vico regia di Nello Mascia.
In tv ha preso parte alla fiction televisiva Rex VIII dei Manetti Bros su Rai Due.
Caso virale che lo ha reso una web star famosa in tutto il mondo con 30 milioni di visualizzazioni, è il suo video (regia di Claudio D’Avascio) dell’assolo di percussioni sul corpo di una modella .
Come percussionista e musicista tiene numerosi master class e corsi a studenti di tutta Italia sulle differenti tecniche e strumenti a percussione.
Nel 2017 debutta al Teatro Sannazzaro con il suo spettacolo SONO SOLO SUONO – regia Raffaele di Florio, dove raccoglie un grande consenso di pubblico e critica.
Insieme a Massimo Jovine (99 Posse) è uno dei fautori del progetto “Terroni Uniti” che nel Marzo 2017 lancia la canzone “Gente do Sud” che in breve tempo diventa inno antirazzista per eccellenza.

 

Rispondi