SULPEZZO.it
interviste

“Mexicaña”: nuovi orizzonti per i Licorice Trip

Abbiamo intervistato Gabriele Caruolo (bassista e coautore dei testi) dei Licorice Trip, che ci racconterà il nuovo disco “Mexicaña”, pubblicato da Overdub Recordings e distribuito da Ingrooves/Universal Music Group, disponibile sulle piattaforme digitali e in formato fisico dal 9 aprile 2024.

Come descrivereste il vostro nuovo disco “Mexicaña” in tre parole e perché?

Plurale perché frutto di diverse influenze, diverse idee e di più sonorità. Sincretico perché cerca di unire idee, credenze, ideologie e punti di vista diversi. Coerente perché nonostante le tante diverse sfaccettature e le diverse influenze segue una coerenza che guida l’ascoltatore nell’ascolto.

Parliamo di questo album, come nasce?

Nasce con un po’ tutti gli album da una serie di idee e temi sviluppati nel corso degli anni da alcuni componenti del gruppo, idee che sono cresciute e si sono sviluppate condividendoli con tutti gli altri componenti della band. In definitiva quest’album rappresenta la fine di un percorso lungo e frastagliato che ha visto diverse evoluzioni prime di arrivare al suo approdo finale, alcune canzoni sono nate (almeno nella loro forma embrionale) prima della nascita del gruppo mentre altre sono state concepite durante le prove con questa formazione. Il concept dell’album è quello del dualismo complementare, ogni canzone ha due diversi e opposti significati che incontrandosi generano nuovo senso, penso di poter affermare che il concept stesso dell’album rappresenti un po’ un manifesto anche di come è nato il tutto: idee e visioni del mondo opposte che si fondono per generare qualcosa di nuovo.

Qual è stato il momento più impegnativo nella realizzazione di questo album?

Probabilmente la fase di mixing e mastering, li abbiamo scoperto tutti di avere tutti una visione diversa riguardo il risultato finale a livello sonoro. Abbiamo dovuto rivedere il tutto più volte per trovare un risultato che potesse soddisfare e far sentire valorizzati tutti.

Quali consigli dareste a chi, come voi, intende intraprendere un percorso nel mondo della musica?

Personalmente non credo di poter essere nella condizione di dare consigli a chi voglia approcciarsi al mondo della musica, ho davvero ancora molto da imparare. Di certo posso fare un invito a chi voglia intraprendere questo percorso: cercate di approcciarvi alla musica in maniera creativa e profonda, con il solo fine di realizzare qualcosa che possa in prima istanza soddisfare voi. Penso che la nostra epoca sia influenzata da dei modelli che indicano, soprattutto ai più giovani, che l’unica via per realizzarsi in un campo sia quella del consenso delle folle e dell’enorme guadagno economico. Credo personalmente che tutta questa ricerca di consensi, di like e reaction stia lentamente rovinando quello che è il panorama musicale, soprattutto quello che una volta veniva definito come “underground”. Pertanto spero che chi voglia approcciarsi alla musica lo faccia solo per sè stesso.

Quali sono i vostri piani per il tour per promuovere il nuovo album?

Vogliamo cercare di trovare più date possibili e di spingerci il più lontano possibile per poter condividere la nostra musica con il maggior numero di persone possibili. Un piano molto semplice ma anche ambizioso.

Related posts

INTERVISTA VIDEO IN ESCLUSIVA CON NUNZIA FREZZA A CURA DI DANIELA MEROLA

Intervista a Miriam Tirinzoni di MT Fashion Brand

ARTICOLARTE

Stanislao Sadlovesky: intervista

valentina

Lascia un commento