23 Aprile 2019

SULPEZZO.it
eventi e società

Megaride presenta: Percorso storico- culurale

La Storia del Regno a Palazzo Reale. Un «incontro culturale», che permetterà di tracciare, in una suggestiva serata, le linee della Storia del Regno di Napoli all’interno di Palazzo Reale, centro in cui convergevano e da cui si diramavano l’arte e le decisioni politiche di una Napoli.

Sabato 5 novembre, ore 09.45: Castel Sant’Elmo

Dall’alto della collina del Vomero, domina un possente castello dalla pianta a stella: Castel Sant’Elmo. Da esso è possibile ammirare uno tra i più bei panorami di Napoli, ma in esso è possibile conoscere, altresì, la storia di anni che vanno dall’età medievale ai giorni nostri, giorni che hanno visto, all’interno del castello, la creazione di uno spazio museale: il Museo Napoli Novecento 1910-1980 con opere realizzate da artisti napoletani, o comunque legati alla città, in un arco temporale che va dal 1910 al 1980.

Domenica 6 novembre – ore 9.00 Ercolano – Scavi

Un incontro per rivivere insieme quella che è stata la quotidianità e la cultura di Ercolano.

ore 10.00 Visita alla Sinagoga

Megaride, nell’ambito di progetti interculturali e di una rete di collaborazioni tra le diverse realtà culturali operanti sul territorio, propone una visita alla Sinagoga di Napoli.

Il percorso andrà ad analizzare le vicende della Comunità Ebraica a Napoli andando a conoscere, da vicino, memorie e storie e produzione artistica della cultura ebraica.

Sabato 12 novembre – ore 10.00 Tra culti e Arte Santuario della Madonna dell’Arco

Il percorso che Megaride propone, in esclusiva, per sabato 12 novembre, è un percorso che racconterà una parte molto importante della religiosità e dei culti a Napoli.

Quello della Madonna dell’Arco è uno dei culti più sentiti e più vivi.

Meta, ogni Lunedì in Albis, ,  del tradizionale pellegrinaggio dei fujenti o battenti che accorrono numerosi da tutta la Campania, il Santuario della Madonna dell’Arco deve la sua costruzione ad un fatto miracoloso avvenuto verso la metà del XV secolo. Da quel momento ad oggi, il santuario diviene  manifestazione concreta  di una fede ben radicata sul territorio. Il percorso si snoderà visitando la Chiesa dove primeggia il Tempietto e l’altare della Madonna, realizzato da Bartolomeo Picchiatti, attivo, tra gli altri siti, presso la Chiesa dei SS. Apostoli, Duomo di Pozzuoli, insieme a Cosimo Fanzago.   Proseguendo per il Museo degli ex voto e, in via eccezionale, sarà aperta per i Soci Megaride, la Farmacia. L’incontro, inoltre, sarà arricchito dalla visita alla mostra fotografica “Napoli Gotica” di Roberto De Martino, di ArteVesevo, laboratorio grafico convenzionato con Megaride.

La mostra fotografica verte sull’arte gotica napoletana. Essa  nasce dal desiderio di porre l’attenzione sulle testimonianze che lo stile gotico ha lasciato anche a Napoli, straordinarie eppure poco considerate.

Domenica 13 novembre – ore 10.00 In esclusiva Megaride – Villa Volpicelli

In via esclusiva, Megaride, in un luogo unico e suggestivo, sarà, per i Soci e coloro che intendono iscriversi, domenica 13 Novembre.

Questo luogo è Villa Volpicelli, meglio conosciuta come Palazzo Palladini cornice della fiction “Un posto al sole” ed, oggi, location anche di eventi cinematografici dal calibro internazionale. Già presente nella veduta di Baratta del 1629, nella quale è chiaramente riconoscibile l’alta torre cilindrica della struttura fortificata del palazzo, la villa fu venduta come bene pubblico nell’incanto del 30 dicembre del 1884. In quella data la comprò per sole cinquantuno mila lire Raffaele Volpicelli, titolare della più grande industria napoletana di carbone. La villa offre una veduta del golfo di Napoli, di eccezionale valenza paesistica data anche dallo sfondo scenico del gran cono del Vesuvio diametralmente opposto alla costa frastagliata della collina di Posillipo.

Sabato 19 novembre – ore 10.00 Gli Egizi al Museo Archeologico

A seguito delle adesioni per il precedente incontro presso la sezione Egizia del Museo Archeologico, Megaride,  propone nuovamente un incontro culturale per ammirare e approfondire testimonianze di una cultura millenaria. La Collezione Egizia,formata prima di quella del Louvre, di quella dei Musei Vaticani e di quella del Museo ‘Egizio di Torino, fu costituita tra il secondo e terzo decennio dell’Ottocento con l’acquisizione di materiali provenienti da collezioni private e dagli scavi borbonici nell’area vesuviana ed in quella flegrea. Insieme alla Sezione Egizia sarà visitabile anche la Sezione Epigrafica: esse comprendono 10 sale con più di 1400 reperti archeologici, divisi per temi: tomba e corredo, Faraoni e uomini, religione e magia, scrittura e mestieri, Egitto e Mediterraneo antico, mummificazione. Sarà possibile ammirare statue, vasi, resti di oggetti della vita privata, graffiti, epigrafi, lastre in bronzo, foglie d’oro e iscrizioni in greco, lingua dell’antica città di Neapolis.

Sabato 19 novembre – ore 16.30 Tra Arte e Scienza. Farmacia degli Incurabili

A seguito delle adesioni, Megaride, ha organizzato, per i Soci, nuovamente il percorso tra “Arte e Scienza” presso la storica Farmacia degli Incurabili e il Museo di Arti Sanitarie.Disegnata dall’architetto Bartolomeo Vecchioni, si articola in un salone e una piccola sala laboratorio, arredati entrambi con stigli in noce, intarsiati ed ornati finemente di capitelli e cimose. Nelle scaffalature sono stati custoditi gli albarelli e le idrie farmaceutiche, , tutte con decorazioni bucoliche. Qui vi si trovano numerose ampolle in vetro di Murano e vasi maiolicati dipinti da Lorenzo Salandra e Donato Massa, noto decoratore del chiostro maiolicato di Santa Chiara, con scene bibliche ed allegoriche.

Domenica 20 Novembre – ore 10.30  Tra Arte e Natura. Orto botanico e sale della Reggia di Portici.

Megaride propone un particolare incontro che andrà ad esaminare la Reggia di Portici nella sua interezza visitando l’orto botanico e le sale della Reggia.

L’Orto botanico di Portici occupa parte del parco della Reggia, voluta dal re Carlo di Borbone nel 1738.

Ancora oggi sono visibili le opere architettoniche realizzate nel Settecento: cassoni per le piante, muri di cinta, busti marmorei e fontane, aiuole specializzate, vasche con piante acquatiche e la Serra Pedicino.

Ripartite secondo un ordine sistematico, l’esposizione botanica è organizzata per distribuzione geografica e tipologie ambientali: vi si allevano conifere, flora del Mediterraneo, magnolie e piante provenienti dal Centro e Sud America, Australia, Sudafrica e di origine euroasiatica. Adiacente al giardino storico e all’ombra dei lecci, il giardino delle felci è uno degli angoli più suggestivi dell’Orto. Vi si coltivano oltre 400 specie provenienti dai deserti africani e americani. Al verde strutturato ed antropico del giardino storico, si contrappone la natura quasi selvaggia del bosco circostante. L’Orto botanico e il bosco insieme costituiscono un eccezionale documento di una cultura museale in cui la natura e la storia si saldano, unendo le qualità del museo scientifico, del giardino storico e del sito archeologico. La visita proseguirà nelle straordinarie  sale della Reggia.

Domenica 20 Novembre – ore 09.45  La spiritualità domenicana nel Complesso di San Domenico Maggiore

Megaride propone il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore per un «viaggio culturale»  tra arte, storia, religione e committenze per ripercorrere tutte le fasi della cultura presente a Napoli in uno dei gioielli storico-artistici più interessanti. Luogo con cui hanno avuto legami Giordano Bruno, San Tommaso d’Aquino e Tommaso Campanella, il Complesso presenta opere di straordinaria fattura legati all’arte di Pietro Cavallini, Francesco Solimena, Girolamo d’Auria. Si visiterà, inoltre, la Sala del Tesoro  e gli ambienti del convento

Sabato 26 Novembre – ore 10.00 Tra Liberty e Neoclassicismo

Una passeggiata in stile floreale quella che di Sabato 26 Novembre che andrà ad analizzare due diversi stili artistici: il Liberty e il Neoclassicismo, passando dalle forme sinuose e morbide e dai colori vivaci alle forme classiche. Esempi Liberty ritrovano nel rione Amedeo, al  Vomero e a Posillipo.

Il percorso proposto è solo il primo di una serie di percorsi che andrà ad analizzare questa corrente artistica e partirà da  Piazza Amedeo per terminare a Piazza del Plebiscito.

Domenica 27 Novembre – ore 10.15  Nelle ceramiche e nell’eleganza di Villa Floridiana

Una mattinata in eleganza e in cultura è quella che Megaride propone per Domenica 27 Novembre. Luogo unico e suggestivo dal cui belvedere è possibile ammirare lo straordinario panorama di Napoli, Villa Floridiana è un’ elegante villa in stile neoclassico che deve il suo nome a Lucia Migliaccio, duchessa di Floridia e moglie del re Ferdinando di Borbone I, che la destinò a sua residenza estiva.

Nel 1826, la villa fu acquistata dallo Stato e dal 1931 diventò sede di quello che ora è il Museo Duca di Martina ospitando maioliche, coralli, porcellane europee e cinesi,  databili tra il XII ed il XIX secolo, di manifattura sia occidentale che orientale che, nella seconda metà dell’800, furono collezionate dal duca di Martina, Placido de Sangro e donate, alla sua morte, dal nipote omonimo alla città di Napoli.

 

Related posts

La scrittrice Stefania Serrapica a “Ricomincio dai libri” – Fiera del libro di Napoli

redazione

Alla Chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova il concerto del Ernst Reijseger & Giovanni Sollima “Cello Duo”

ANGELA ANDOLFO

“V(u)otazioni”: Napoli sotto elezioni

Redazione

Rispondi