11 dicembre 2018

SULPEZZO.it
comunicati stampa

Martedì 20 novembre doppio appuntamento con la street art per i ragazzi di Napoli

Martedì 20 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Napoli Roberta Gaeta promuoverà un doppio appuntamento dedicato ai giovani di Napoli, che ha la street art come tema della strategia educativa per coinvolgere i ragazzi. 
La mattina, alle 11,30 presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, presenterà la road map di un programma annuale di creatività urbana per il sociale: stiamo parlando di “#assafà” il primo festival di social street art a Napoli, che coinvolgerà ben 1700 tra bambini e ragazzi, guidati da 220 tra educatori e operatori sociali e verrà realizzato con INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana. Si tratta, dunque, di un maxi progetto della durata di un anno segnato, appunto, dalle Giornate Internazionali per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza 2018 e 2019, in cui bambini e adolescenti  dei 26 laboratori di educativa territoriale diffusi sul territorio elaboreranno opere di street art a seguito della scelta di “valori”,  ossia parole-chiave attraverso le quali realizzeranno insieme a famosi artisti opere di street art su vaste superfici, arricchendo gli scenari urbani, ma anzitutto i cuori della gente. 
Il pomeriggio, alle 16,00 l’appuntamento si sposta a Via Verrotti (Vomero) per l’inaugurazione del murales realizzato dai ragazzi del Progetto Adolescenti “La città dei ragazzi” seguiti dalla Coop. La Locomotiva, risultato finale del percorso realizzato dagli adolescenti della V Municipalità.
All’inaugurazione interverranno il Sindaco Luigi de Magistris, l’Assessore alle Politiche Sociali Roberta Gaetail Presidente della V Municipalità Paolo De Luca e l’artistaJorit Agoch e sarà presente anche Ilaria Cucchi, sorella di Stefano e protagonista ritratta in uno dei murales che lo street artist Jorit ha realizzato insieme ai ragazzi del Progetto Adolescenti. Sono stati proprio i ragazzi, protagonisti con Jorit di un workshop sulla street art, a scegliere i volti da rappresentare in modo da coinvolgere la comunità sui temi di giustizia, lavoro e pace.  Il progetto è stato seguito anche dal tavolo interassessorile per la Street Art istituito nell’ambito del Patto per la creatività urbana adottato dal Comune di Napoli.
Con queste iniziative, il Comune di Napoli vuole tenere accesi i riflettori sui diritti dei minorenni  mettendo al centro la partecipazione di bambini e ragazzi in scelte e decisioni che riguardano la loro stessa vita. 

Related posts

Questione operatori socio-sanitari e mobilitazione per il welfare : conferenza di Gesco

Mimmo Caiazza

Gestione dei rifiuti in Campania, panoramica e prospettive future”

Mimmo Caiazza

UnicaMente incontra la città

Mimmo Caiazza

Rispondi