SULPEZZO.it
post

Mare fuori cosa succederà nella quinta stagione

Ludovico Di Martino
Ludovico Di Martino è il nuovo regista di Mare FuoriTra i suoi lavori più recenti si ricordano anche La Belva, film con Fabrizio Gifuni del 2020 e anche I Viaggiatori, film del 2022Un vero e proprio terremoto scuote le fondamenta della celebre serie Mare Fuori, con un cambio di guardia che promette di rinnovare completamente il panorama. La notizia, appena annunciata dal produttore Sessa, ha già fatto il giro dei fan e degli addetti ai lavori e l’ha riportata per primo Il MessaggeroLudovico Di Martino, giovane talento emergente del cinema italiano, è il nuovo regista della quinta stagione e subentra a Ivan Silvestrini, che ha diretto la serie a partire dalla seconda stagione.

La serie ha conquistato gli spettatori con le sue trame avvincenti, i personaggi complessi e le riflessioni profonde sulle dinamiche sociali contemporanee. Il passaggio del testimone da Ivan Silvestrini a Ludovico Di Martino, regista acclamato per la sua opera in Skam Italia e il film La belva, apre nuovi orizzonti creativi e artisticamente stimolanti. La curiosità cresce: in che modo la visione di Di Martino influenzerà il futuro della serie? L’addio non riguarda solo Silvestrini però.

Mare Fuori 4, Ivan Silvestrini lascia la serie: chi lo segue

A salutare la fiction fenomeno in casa Rai è anche Cristiana Farina, sceneggiatrice che ha lasciato un segno indelebile nella narrazione ed è l’anima e la ‘mamma’ dello sceneggiato Questi cambiamenti sollevano domande e aspettative: quale nuovo corso prenderà la serie sotto la guida di Di Martino? La risposta arriverà solo con le nuove puntate, ma l’attesa è già palpabile. L’annuncio ufficiale del produttore Sessa ha svelato che le riprese della nuova stagione inizieranno a giugno, con la consegna del prodotto alla Rai prevista per gennaio 2025. La scelta di Di Martino, un regista che ha già dimostrato di saper parlare al cuore dei giovani, suggerisce un desiderio di rinnovamento e di approfondimento tematico.

Le premesse sono entusiasmanti: la quinta stagione si preannuncia come un capitolo ricco di novità, in grado di esplorare nuove direzioni narrative e di arricchire ulteriormente il racconto. La partenza di figure chiave come Silvestrini e Farina apre la strada a nuove voci e a nuove prospettive creative. Questo cambio rappresenta proprio un nuovo inizio, un’occasione per la serie di rinnovarsi e di sorprendere ancora una volta il suo pubblico. La sfida sarà mantenere l’alta qualità e l’intensità emotiva che hanno contraddistinto le stagioni precedenti, integrando al tempo stesso le nuove visioni e le nuove idee che Di Martino porterà con sé. Avete già visto tutti gli episodi della quarta stagione su Rai Play? Grandi protagonisti di Mare Fuori 4Rosa Ricci e Carmine Di Salvo, interpretati da Maria Esposito e Massimiliano Caiazzo, hanno fatto sperare gli appassionati della serie in un lieto fine, lasciando però il pubblico con l’amaro in bocca proprio sul finale: in molti si sono già chiesti se i due torneranno in Mare Fuori 5 o faranno parte dei personaggi che lasceranno il set. Al momento non vi sono conferme ufficiali ma vista la piega della storia, è probabile che almeno uno dei due possa uscire di scena. Nei primi tre giorni dall’uscita dei primi sei episodi su Rai Play il primo febbraio, ha raggiunto oltre 25 milioni di visualizzazioni. I primi due episodi, usciti anche su Rai 2 il 14 febbraio mentre su Rai Play venivano caricati i restanti otto (e non sei com’era stato annunciato in precedenza) hanno raggiunto quasi 1 milione e 300mila spettatori: il 9,6% di share.Il produttore ha parlato anche di un nuovo team di cinque sceneggiatori, tra i quali due ventenni, guidato da Maurizio Careddu, che invece è nel progetto sin dall’inizio (mentre lascia anche l’ideatrice oltre che sceneggiatrice Cristiana Farina).
“Questa è una lettera per voi che avete seguito Mare Fuori, amandola, odiandola, ma quasi sempre divorandola. In questi anni meravigliosi, trascorsi in larga parte a Napoli, ho avuto – ha scritto su Instagram Silvestrini – il privilegio di dirigere un cast e una troupe che sono stati come una famiglia per me, e davvero, quando si sta così bene una parte di te vorrebbe che ciò che stai vivendo non finisse mai. Ho trattato, per quel che era nelle mie capacità, questa serie come qualcosa di prezioso, come un lungo film, come un’opera d’arte… Ho trattato ogni stagione a cui ho lavorato come se fosse l’ultima, quest’anno in particolar modo, perché se è vero che certe storie sono ancora sospese io credo che il mistero circa alcuni avvenimenti racconti bene il mistero della vita. Mare Fuori è vita anche in questo, e se proprio non riuscite a vedere il lieto fine in cui speravate, vedetela da un altro punto di vista, con gli occhi di chi dice l’ultima parola nell’ultima scena”.
Ora però è arrivato il momento di voltare pagina: “Io non so cosa succederà nella prossima stagione, quando ho preso la mia decisione la stavano ancora scrivendo, e aspetterò con la vostra stessa curiosità. Ho trattato ogni stagione come fosse l’ultima, ma stavolta è davvero l’ultima, lo è per me”.

Related posts

I napoletani accolgono la proposta del monumento per Diego al cimitero degli Illustri: spunta il progetto dell’opera

Redazione

Il Premio Oscar Jonathan Wang a #Giffoni54 il 24 luglio!

Paolo De Leo

Acen, Tuccillo nuovo presidente

redazione

Lascia un commento