17 ottobre 2018

SULPEZZO.it
comunicati stampa

Lo sport e la ginnastica artistica a CRONISTI IN ERBA: l’incontro con Igor Cassina

Di ROSALIA  GIGLIANO

 

Una mattinata all’insegna dello sport…olimpico, quella per i ragazzi del progetto POR “Scuola Viva”, CRONISTI IN ERBA, dell’I.C. Scialoja – Cortese di San Giovanni a Teduccio.
Lo stage di ginnastica artistica che, ieri ed oggi, si è tenuto al Palaveliero di San Giorgio a Cremano, è stato il preludio finale di un percorso che ha visto i giovani cronisti incontrare il campione olimpico di Atene 2004, IGOR CASSINA.
Un vero e proprio gioiello dello sport italiano ha emozionato i ragazzi con le sue parole, le sue lezioni di vita, la sua simpatia ed il suo non “sentirsi a disagio” fra le domande dei ragazzi…domande che spaziavano da “quando hai iniziato a fare questo sport”, a “quante medaglie hai vinto”, a “perché il tuo sport è migliore degli altri”.

Interrogativi e curiosità ai quali lo stesso Cassina non si è sottratto, anzi…il piacere di conoscere e di rispondere a questi ragazzi, lo ha portato ad interrompere, per qualche minuto, il suo stage con i ragazzi del palazzetto e dedicarsi ai giovani studenti.
“La mia passione per la ginnastica artistica è iniziata quando avevo 6 anni. Avevo pensato di fare judo, ma poi la passione per la ginnastica ha prevalso su tutto e tutti. Mi ero ripromesso di vincere le olimpiadi e ce l’ho fatta. Del resto da piccolo mi dicevano che ero terribile, che ero una peste e che non stavo mai fermo. Ebbene…la ginnastica è riuscita a moderarmi, a farmi placare, ma contemporaneamente mi ha dato modo di imparare, conoscere, relazionarmi con altre persone…affrontare le difficoltà della vita” – ha raccontato Cassina ai ragazzi – “Del resto, l’approccio allo sport, qualunque esso sia, deve essere profondo: tutto ciò che noi sogniamo nella nostra vita può essere realizzabile…bisogna solo crederci. Ed io ci ho creduto!”.

Infatti è stato questo il monito per i ragazzi: credere sempre in ogni cosa che si fa, specie se la si vuole ardentemente.
In ultimo…una divertente caratteristica: alla domanda “Quante medaglie hai vinto”, la risposta è stata strabiliante: “Beh…non me lo ricordo. Ora chiamo mia mamma…lei è la mia prima fan, di sicuro lo sa. A conti fatti, però, le più prestigiose sono state 12”.

 

Related posts

Campania, Palmeri: “18.000 nuove assunzioni con il programma garanzia giovani.”

redazione

Grumo Nevano, PLESSO VESPUCCI, CHIUSURA IMMEDIATA, il Sindaco f.f. dott. Carmine D’aponte dichiara: “in seguito alla relazione del tecnico incaricato acquisita al protocollo dell’ente in data 21 novembre 2017, non potevo far altro che inibire, con effetto immediato, l’uso dell’edificio scolastico,

Grumo Nevano info

NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI

Mimmo Caiazza

Rispondi