3 Dicembre 2022

SULPEZZO.it
cronaca

“La teatralità a Napoli”: excursus in musica, danza e recitazione per “Scampia – Il progresso attraverso la cultura”

Venerdì 11 novembre nell’istituto “Galileo Ferraris”

organizzato da ANCEM – Associazione Napoli Capitale Europea della Musica

Venerdì 11 novembre alle ore 19 nell’auditorium dell’istituto “Galileo Ferraris” di Scampia, grazie alla partecipazione del dirigente Saverio Petitti, si terrà la conferenza/spettacolo “La teatralità a Napoli – dal ‘500 al ‘700” con relatrice Mariarosaria Passante, per la rassegna “Scampia – Il progresso attraverso la Cultura”, organizzata da Ancem – Associazione Napoli Capitale Europea della Musica diretta da Filippo Zigante, grazie al sostegno del Comune di Napoli, e al patrocinio morale dell’Assessorato Politiche Giovanili del Comune di Napoli e della Ottava Municipalità, e al coordinamento scuole e territorio di Sabrina Innocenti.

La relatrice Mariarosaria Passante, appassionata cultrice della storia del teatro, con “La teatralità a Napoli dal ‘500 al ‘700” traccia un panorama della storia di Napoli vista attraverso l’evoluzione dei suoi teatri. Si parte quasi dalle origini, passando poi per il celebre “Teatro dei Fiorentini” e per il “San Bartolomeo” antenato del “San Carlo”, per arrivare al Teatro del Fondo successivamente denominato “Mercadante”. È anche una storia del costume e costituisce quindi evento di grande spessore culturale reso però pienamente fruibile mediante illustrazioni, sia vocali, come quelle affidate al mezzosoprano Eufemia Tufano accompagnata dalla chitarra di Ernesto Nobili, che coreografiche,  momenti questi molto importanti nella commedia dialettale napoletana, realizzati da Sasà Imperatore e Cristina Monticelli con i ballerini Rita Marasca, Andrea Cosentino, Mattia Capasso e Valentino Neri della compagnia The Every Dance. Ed ancora un breve spunto recitato tratto da una delle prime opere comiche dialettali napoletane “Patrò Calienno de la Costa” di Orefice, con le giovani attrici Maya Bazzicalupo e Giorgia Pingitore, allieve dell’Accademia di recitazione del Teatro Bellini.

 

La rassegna “Scampia – Il progresso attraverso la Cultura” proseguirà con l’evento “Canzoni napoletane di Natale” (sabato 19 novembre) e il duo Marcella Parziale – Giuseppina Coni in “Salotto primo ‘900” (sabato 26 novembre). Quattro appuntamenti a dicembre con il balletto “Carmen” (sabato 3 dicembre), l’esibizione del duo composto dal violino di Linda Hedlund ed il pianoforte di Francesco Nicolosi (domenica 4 dicembre), e i concerti dell’Orchestra Sinfonica di Kharkov per l’evento “Scampia incontra l’Ucraina” (martedì 13 dicembre) e dell’Orchestra Junior Verticale composta dei giovani dell’ottava Municipalità (18 dicembre).

Ingresso gratuito, per prenotazioni ancem-napoli@libero.it.

 

 

L’Associazione Napoli Capitale Europea della Musica (A.N.C.E.M.), da oltre un ventennio pone in essere la sua attività tendente alla diffusione della cultura musicale sul territorio, attraverso manifestazioni, parte specificatamente concertistiche, parte culturali, per rendere accessibile ad una vasta fascia di pubblico il suo messaggio artistico. Ed è proprio per raggiungere fasce diverse della collettività che l’ANCEM interviene su due sedi diverse sia topograficamente che per l’impatto sociale che da ciò ne deriva. Prosegue l’ormai tradizionale appuntamento con il pubblico del Teatro Diana, con l’Orchestra da Camera Accademia di Santa Sofia, ed è stata varata una serie di manifestazioni presso l’Istituto Pontano, allocato nello storico Palazzo Cariati, comprendente giornate di approfondimento culturale su tematiche diverse, quali la figura di Enrico Caruso, quella di Pier Paolo Pasolini ed infine l’analisi del delicato rapporto tra autore ed interprete. “La cultura, ed in ciò crediamo fermamente e in tal senso operiamo, è progresso sociale e civile”. Così Zigante.

Related posts

#Assafà, arriva a Barra la street art sociale

Redazione

Bullismo e violenza giovanile, la risposta è… la lettura: Libri Market sbarca nelle scuole

Redazione

Bagnoli, Nastasi è il nuovo commissario

redazione

Lascia un commento