SULPEZZO.it
cinema

La prima parte del cartellone del Giffoni Film Festival, in un articolo che racconta emozioni

Emozioni, sorrisi, il senso di Giffoni è nello scambio continuo di storie, visioni, momenti: perché è lì che l’illusione della distanza trova il suo posto perfetto, è lì che diventa spazio da riempire di esperienze, occasioni e parole. Al festival si sa tutto questo è ordinaria e necessaria esigenza: dal 19 al 28 luglio sarà proprio il confronto, la scoperta e la conoscenza ad accendere di bellezza Giffoni che, da oltre 54 anni, non smette di ascoltare, sorprendere e capire i 5mila giurati provenienti da tutto il mondo.

Sabato 20 luglio sarà CRISTIANA DELL’ANNA a incontrare i juror: talentuosa e versatile, ha conquistato l’attenzione del pubblico italiano con l’interpretazione decisa e sorprendente di Patrizia nella serie Gomorra. Dotata di un’estrema sensibilità, trasferita con passione nei ruoli che ha fatto suoi nel tempo, la sua straordinaria Luisa De Filippo nell’opera Qui rido io di Mario Martone le è valsa una nomination nel 2022 come Miglior Attrice non protagonista ai David di Donatello. Oltre ad aver recitato nell’acclamato È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, la ritroviamo nell’ultimo film di Sydney Sibilia, Mixed by Erry, nel ruolo di co-protagonista. Con Cabrini, il biopic sulla religiosa e missionaria Maria Francesca Cabrini, continua a dimostrare il suo straordinario talento, guadagnandosi l’ammirazione degli spettatori internazionali.

L’energia di MARGHERITA VICARIO arriva invece a Giffoni il 21 luglio: cantautrice, attrice e regista, il suo sorriso inconfondibile e la sua poliedricità stanno caratterizzando la sua brillante carriera confermando come e quanto il nostro cinema ha sempre più bisogno di donne in grado di catalizzare l’arte in tutte le sue forme con estro e semplicità. Gloria! la sua opera prima, racconta la storia di un gruppo di ragazze di fine Settecento che, grazie alla loro forza, ma soprattutto alla passione per la musica, riescono a realizzare i loro sogni. Sempre il 21 luglio, DOMENICO CUOMO incontrerà i giffoner per raccontarsi senza filtri: la passione, il sacrificio, poi il successo, è uno dei volti più amati di Mare Fuori e Un Professore, oltre che interprete raffinato di un film che lo ha visto protagonista nelle sale cinematografiche Mimì il Principe delle Tenebre. Attualmente impegnato nelle riprese della quinta stagione di Mare Fuori. Il suo sguardo profondo e intenso racconta con maestria e verità le fragilità e le insofferenze di un’intera generazione. Ai ragazzi di Giffoni affiderà le sue visioni, i suoi sogni e la sua storia.

Il 23 luglio, l’irriverenza e il brio di MICHELA GIRAUD per un incontro in equilibrio tra stravaganza e libertà: è una delle più popolari stand up comedian italiane, da poco ha terminato il tour europeo con lo show Mi hanno gettata in mezzo ai lupi e non ne sono uscita capobranco, che in autunno arriverà in Italia. Il suo film Flaminia, che segna l’esordio di Michela Giraud alla regia, è un’opera che racconta la storia di due sorelle molto diverse tra loro: Flaminia, interpretata dalla stessa Giraud, e Ludovica, una ragazza nello spettro autistico, entrambe nate a Roma Nord, cresciute distanti, che si ritrovano da adulte e che si cambieranno a vicenda la vita. Nella stessa giornata arriva a Giffoni, per la prima volta, LINO GUANCIALE: artista elegante e profondo, la sua carriera si divide tra teatro, cinema e tv. In continua evoluzione, capace di sperimentare e arricchire con sensibilità le sue interpretazioni, caratterizzandole con maestria e passione. L’introverso antieroe di Maurizio de Giovanni, reso grande dallo scomodo segreto di percepire pensieri e parole delle vittime di morte violenta, è impegnato attualmente nelle riprese della terza stagione de Il Commissario Ricciardi. La messa in onda è prevista per il prossimo inverno, così da chiudere il primo ciclo di 12 romanzi.

Grande ritorno al Festival per MARCO D’AMORE, il 24 luglio: un po’ come tornare a casa per lui che porta a Giffoni un bagaglio sempre più ricco e sorprendente, ripercorrerà con i ragazzi la sua storia artistica con l’autenticità e la spontaneità che da sempre lo contraddistinguono. Al cinema, pochi mesi fa, l’abbiamo ritrovato nel suo Caracas con Francesco Ghiaccio e Toni Servillo.

Il 25 luglio, sarà la volta di LEA GAVINO (powered by Comix): la sua Rosa, nel film Una storia nera di Leonardo D’Agostino l’ha consacrata come una delle attrici più talentuose e promettenti, con un’interpretazione complessa, profonda e emozionante. Già nota al grande pubblico per la serie Skam Italia su Netflix e per L’ombra di Caravaggio (2022), si racconterà ai giovani con la semplicità che la contraddistingue.

E ancora, il 26 luglio, i juror conosceranno l’attrice rivelazione dell’anno ROMANA MAGGIORA VERGANO: l’abbiamo amata per l’interpretazione sublime di Marcella, la figlia di Delia in C’è ancora domani che ha segnato l’esordio alla regia di Paola Cortellesi, ruolo per cui viene candidata ai David di Donatello come migliore attrice non protagonista. Una serie internazionale per Amazon, un film di Francesca Comencini sul padre Luigi in cui è protagonista assieme a Fabrizio Gifuni, e uno americano diretto da Alejandro Gómez Monteverde su una donna italiana straordinaria, Francesca Cabrini, che sta riscuotendo grande successo in America, dove Romana ha un ruolo importante. E il regista e sceneggiatore GIACOMO ABBRUZZESE, il suo esordio cinematografico Disco boy è stato presentato al Festival di Berlino 2023 come unico film italiano in concorso e si è aggiudicato L’Orso d’argento per il Miglior Contributo Artistico, oltre a essere stato nominato ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento come miglior esordio. Il mondo  del Giffoni film festival si apre con questi primi incontri di Guest star non banali, questo è solo l’antipasto per  un pranzo e una cena con i fiocchi, Per il palinsesto completo, bisogna attendere il 9 luglio, data nella quale alle ore 11 presso la multimedia valley verrà fatta la conferenza stampa ufficiale della cinquantaquattresima edizione del festival.

Related posts

Aperte le iscrizioni al NaNo Film Festival: protagonisti i cortometraggi

Redazione

Altro evento speciale Giffoni 54, dopo tutto chiede salvezza ci sarà Sul più bello il 21 luglio

Paolo De Leo

FEDERICO CESARI "IN ANALISI DOPO TUTTO CHIEDE SALVEZZA SI METTE A NUDO DAVANTI ALLA PLATEA DEL FESTIVAL

Paolo De Leo

Lascia un commento