SULPEZZO.it
MAI-DIRE-MAI-Giulia-Pennati.png
interviste

Intervista alla scrittrice Giulia Pennati

MAI-DIRE-MAI-Giulia-Pennati.jpeg
MAI-DIRE-MAI-Giulia-Pennati.jpeg

E’ uscito il romanzo d’esordio di Giulia Pennati, una giovane autrice che ha dimostrato, sin da questo primo esperimento letterario, di possedere estro, capacità immaginativa, ma anche chiare idee rispetto all’amore autentico vissuto come conquista, porto sicuro dopo le inevitabili delusioni ( o disillusioni) della vita.

“Mai dire Mai” è un libro dedicato alle donne e agli uomini che portano negli occhi una luce particolare: quella di chi crede nei propri sogni e fa di tutto per vederli esauditi.
Scrive l’autrice nella sua epigrafe: “Ogni singola pagina, ogni parola è dedicata a Michele, la mia dolce metà, che sempre mi ha sopportata e supportata, tenendomi per mano in ogni tappa di questo percorso. Dedico infine quanto ho scritto a me stessa, una donna che, come un’alchimista, è riuscita a trasformare la fragilità e la paura in una portentosa forza”.
Con questo romanzo, “Mai dire mai”…, Giulia Pennati si fa strada nel mondo della scrittura con uno stile molto peculiare, intriso di ironia ma anche di profonda dolcezza. La protagonista vive un bellissimo percorso di crescita interiore che la porterà a vincere una serie di paure, sofferenze e avvenimenti dolorosi pertinenti al passato, trovando riscatto nel pilastro portante del mondo, ovvero l’amore vero. Quest’ultimo, insieme all’amicizia, costituisce l’impalcatura di ogni orizzonte di senso, divenendo una stella polare che non delude (più) e non mortifica.
L’intreccio è avvincente e non privo di momenti di erotismo, allegria e spensieratezza, in cui molte donne potranno riconoscersi e identificarsi.
Estratto

“Fu allora che una domanda si affacciò nella mia testa: con Dario come sarebbe andata? Con lui sarebbe stato diverso… In fin dei conti, aveva conosciuto una controfigura di Mia, la ragazza del call center, la fantomatica Aurora che, sebbene con lui si fosse lasciata andare alla sua allegria e al suo modo di fare ilare e scanzonato, non era che un personaggio, addirittura appena abbozzato, di cui non conosceva nemmeno i lineamenti, le fattezze fisiche. E lo stesso valeva per me.”

Note d’autore

Giulia Pennati nasce a Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, il 3 ottobre 1987. Attualmente vive a Giaveno, dove è felicemente sposata. A livello formativo, ha conseguito il diploma in un liceo socio-psico-pedagogico di Milano; il suo obiettivo e anche sogno nel cassetto è quello di divenire una scrittrice affermata.

L’autrice ama immensamente la lettura, la scrittura, ma anche la musica, la cucina e gli animali.

https://www.facebook.com/giuliapennatiscrittricehttps://www.facebook.com/giuliapennatiscrittric

Quando ho potuto leggere solo la quarta di copertina del romanzo “Mai dire mai” non immaginavo si trattasse di un romanzo erotico, come mai la scelta del genere? 
Ciao! Grazie per l’intervista. Se dovessi rispondere sinceramente non definirei questo romanzo “erotico”! Ho solo inserito qualche parte “piccantina” per coinvolgere di più il lettore. Vorrei definirlo un romanzo d’amore.
Come avete scelto l’immagine di copertina? Quale è il messaggio alla base dell’immagine?
L’immagine di copertina è stata scelta insieme alla mia casa editrice Echos. Quello che immagino io vedendola è l’occhio buono e sincero della protagonista Mia. Un’occhio che vuole trasmettere molto
Il messaggio di “Mai dire mai” allude alla speranza da coltivare nella vita, che non è mai finita. E’  così? Mi può dire se e quanto l’ha ispirata la sua esperienza personale?  C’è un’esperienza personale che le ha fatto venire voglia di diffondere questo messaggio? 
Esattamente nella vita non bisogna mai arrendersi, anche quando sembra tutto difficile. Infatti la mia protagonista cerca trovare delle soluzioni anche in momenti davvero difficili.
Sicuramente c’è qualcosa di autobiografico…ma non vi svelerò cosa!!
Come ha scelto il nome della protagonista e quello della sua alter ego telefonista? 
Ho scelto questi due nomi per caso! Non sono stati studiati a tavolino. Mi piacevano per la dolcezza che trasmettevano!
In quale momento della sua storia d’amore con Dario, Mia-Aurora lascia il call center?
Mia lascia il call center quando inizia la storia d’amore con Dario, ha già ben chiaro cosa vorrà fare in futuro…!
Descriva e racconti il suo stile di scrittura scorrevole, originale, anche tecnico e specifico.
Non credo ci sia molto da descrivere. Ho cercato di rendere il mio romanzo divertente, ironico, commovente in alcune parti e piaccante in altre. Il risultato è “Mai dire mai”
Perché ha dato una svolta avvincente romantica ad un avvio lavorativo-erotico?
Come ho detto in precedenza non lo definirei erotico! Volevo dare più un’impronta romantica! Spero di esserci riuscita!
A quanto pare, ha fatto colpo: il romanzo, su Ibs, risulta esaurito, credo lo sappia già.
Non lo sapevo! Ma sono molto contenta! Spero di portare un po’ di spensieratezza ai miei lettori
Non lo sapevo, ma mi è stato detto che l’opera è il primo tomo di una trilogia, in effetti già la struttura del primo volume mi ha fatto riflettere un po’ sul finale. Il finale avviene con il matrimonio e non nell’epilogo, quando i coniugi sono lontani per motivi lavorativi di Mia,  si scambiano lettere d’amore e lei incontra Raphael.  Perché?
Non posso rispondere a questa domanda perché rovinerei la sorpresa finale a chi vorrà acquistare il mio libro!
Ma posso dirvi che la storia di Mia e Dario continuerà a sorpredervi!
Maria Stella Falco

 

Related posts

Vinyl Lab: il vinile torna a suonare con L’imprevisto di Nenne Martongelli

Redazione

Intervista al cantautore Italo Cileno Diego Rojas Chaigneau

valentina

Nuovo,variegato menù per il prossimo Noi per Napoli Show

Lascia un commento