29 Settembre 2022

SULPEZZO.it
post

Improvvisiamo molto… quindi di mentalità blues ce n’è parecchia! – intervista a The Dolly’s Legend

Buongiorno rockers, oggi avrò il piacere di intervistare una formazione che sta facendo molto parlare di se: i The Dolly’s Legend! Frank, tu che sei il leader del gruppo, ti va di presentarci la band?

Ciao. Intanto grazie! La TDL Band è formata da me alla voce e chitarra ritmica, Steve alla chitarra solista, Nataly al basso e Claude alla batteria.

L’occasione di questo lieto incontro è l’uscita del vostro nuovo singolo e video Home, sbaglio?

Sì, il video è uscito da un mesetto su YouTube, ci tenevamo a far uscire questo singolo perché riguarda la situazione degli ultimi due anni, più precisamente riguarda il lockdown. Home Parla di un “personaggio” che è dovuto passare dalla vita normale a stare chiuso in casa, come la maggior parte delle persone. Scopre poi che la sua casa è l’unico luogo che in realtà non aveva mai conosciuto a fondo e alla fine non è così drammatica la situazione. Ho voluto cercare il buono di questa storia anche se è veramente poco complessivamente, ma è solo così che si può andare avanti: la negatività non porta da nessuna parte.

Questo brano è tratto dal vostro ultimo disco The scar needs time: un album su cui avete puntato molto, vero?

Scar è un album dove abbiamo messo noi stessi al cento per cento. Dalla scrittura al mastering. Risentendolo ora cambierei un paio di cose ma alla fine è sempre così, gli album e le canzoni vanno vissuti al momento: se sono state prese certe decisioni a suo tempo non è neanche giusto metterle in discussione. Vorremmo che più persone possibili ascoltino l’album ma non lo abbiamo scritto e registrato con questo fine, penso che, come ho detto prima, essere noi stessi al meglio che si può sia la formula giusta per andare avanti e ottenere buone soddisfazioni… che stanno comunque arrivando!

Un lavoro impegnativo condiviso a pieno con i vostri fan tramite un making of in due puntate, giusto?

È il giusto tributo che pensavo fosse giusto dargli. Una sorta di “memoria” di un grande lavoro nel nostro piccolo. Il making of, che si può visualizzare sul nostro canale YouTube, è nato anche come confronto costruttivo con gli spettatori sperando di dare qualche spunto e, perché no, di riceverlo per migliorare i lavori futuri. Le due puntate sono suddivise in fase di produzione e registrazione nella prima puntata e di mixaggio e mastering nella seconda. Un’ora e quaranta circa totali… only the brave 🙂

Nel frattempo Freedom, il pezzo che ha dato il via a questa nuova avventura, continua a viaggiare a vele spiegate… quanto questa cosa vi rende orgogliosi?

Tantissimo! Le visualizzazioni del video su YouTube aumentano ogni giorno e fa davvero molto piacere. Tutto questo sta avvenendo anche al grande lavoro della Dig Up Agency con cui c’è una collaborazione fissa da qualche anno.

Il palco è il vostro habitat naturale. Dal vivo siete più “Blues” o più “Rock”?

Improvvisiamo molto… quindi di mentalità blues ce n’è parecchia! Spesso i pezzi hanno anche un altro arrangiamento rispetto alla versione registrata sull’album… ma lo stampo Rock è quello che prevale nel sound generale. Quindi alla fine direi senza problemi entrambi!

Grazie mille della tua disponibilità Frank, a te la battuta finale!

Intanto grazie mille per l’intervista! Se volete supportarci ci trovate su Facebook (www.facebook.com/thedollyslegend) su YouTube (www.youtube.com/channel/UCI76g5AqaE8Jfp2wo_3GKZA) e su Instagram (www.instagram.com/thedollyslegend) ed il modo migliore per supportarci è ascoltare la nostra musica e, se vi piace, condividerla! Grazie mille!

Related posts

Un eco lontano che unisce le terre del mediterraneo, Sardegna e Salento, Il nuovo singolo del progetto Cantico dal Mare

MOAN

Grumo Nevano, GRADUATORIA PROVVISORIA per l’assegnazione di n.48 ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE.

Grumo Nevano info

A Torino l’omaggio dedicato a Rino Gaetano, in scena Gramiccioli con “Avrei voluto un amico come lui”

mapresscomunicazione

Lascia un commento