SULPEZZO.it
cinema eventi e società

Il Giffoni film festival diventa sempre più grande ecco alcune novità che già da questa edizione prenderanno forma

Il GIFFONI FILM FESTIVAL dopo cinquantaquattro anni continua  a crescere e a diventare sempre più  aperto, inclusivo verso tutti coloro che hanno intenzione di collaborare con questa realtà. Questa redazione scrive così, in quanto è abituata ad ascoltare il video domenicale del direttore Claudio Gubitosi, il quale sappiamo che da anni  utilizza questo metodo per informare tutti coloro che seguono le attività del festival di quello che succede, è un incontro settimanale che avviene la domenica mattina prima dell’inizio vero e proprio della manifestazione, che come ormai tutti sappiamo avrà luogo dal 19 al 28 luglio 2024. Questa redazione vi ha già svelato alcune delle star che incontreranno i giurati.  Vi anche accennato che quest’anno ci saranno due festival nel festival, uno riguarda il cibo e l’altro riguarda lo sport. Parliamo di quest’ultimo  Giffoni sport è alla sua prima edizione e sarà aperto a tutti coloro che vorranno prenderne  parte,  tutte le attività del Giffoni sport sono gratuite. a questo festival nel festival hanno già aderito quarantacinque personalità del mondo dello sport   e anche questo festival tutto dedicato allo sport avrà ovviamente una giuria, formata da Ambassador dell’UNICEFF  e di altre realtà. Le attività si svolgeranno all’antica ramiera ,  che si trova a 500 metri dalla cittadella del cinema, mentre invece la sera a partire dalle ore 22 presso il giardino degli aranci verranno proiettati dei film e dei cortometraggi a tema sportivo.

UNICEF Italia sarà presente alla 54a edizione del Giffoni Film Festival, che si terrà dal 19 al 28 luglio a Giffoni Valle Piana (SA) per celebrare insieme i 50 anni di impegno a favore di tanti bambini e bambine in Italia e nel mondo.

Quest’anno il tema del Giffoni Film Festival è L’Illusione della Distanza; si parlerà di discriminazioni etniche, di conflitto israelo-palestinese, di sport come riscatto e occasione di crescita, delle difficoltà di essere genitori e figli.

Come UNICEF Italia siamo felici di partecipare al Giffoni Film Festival per celebrare i nostri primi 50 anni di attività. È un modo per parlare ai giovani e discutere di temi importanti attraverso il linguaggio cinematografico, che ha la capacità di sollecitare riflessioni, raccontare mondi distanti e avvicinare i più giovani a tematiche e situazioni talvolta troppo lontane o diverse, favorendo quel percorso di consapevolezza e di conoscenza che l’UNICEF da sempre promuove per costruire un mondo a misura di bambino”, ha dichiarato Carmela Pace, Presidente dell’UNICEF Italia.

Il 27 luglio, in due appuntamenti, in Sala Truffaut alle 17.00 e in Sala Blu alle 18.00, verrà presentato in anteprima il film “Shoes”, scritto e diretto da Giuseppe Carrieri con il sostegno dell’UNICEF Italia.

Shoes è la storia di K. e Peter, due ragazzi che sopravvivono a Kibera (a Nairobi, in Kenya), rivendendo oggetti recuperati da una delle più grandi discariche del continente africano. Il sogno di K. è ritornare a far camminare il suo unico amico, da sempre su una sedia a rotelle. Per fare questo, però, avranno bisogno di un paio di scarpe magiche. Interpretato da Joseph Odhiambo e Joris Omwamba, è una produzione Natia Docufilm con il sostegno dell’UNICEF Italia.

Al termine della proiezione seguirà un dibattito con il Regista Giuseppe Carrieri e il Direttore della fotografia Andrea Longhin, e con la partecipazione di Paolo Rozera, Direttore generale UNICEF Italia, Andrea Iacomini, Portavoce UNICEF Italia e Lucio Melandri, Senior Emergency Coordinator UNICEF; ospite d’onore sarà la Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia Alessandra Mastronardi.

“Collaborare con UNICEF è per noi motivo di grande orgoglio e rappresenta un’opportunità unica per continuare a promuovere valori fondamentali come la solidarietà, l’inclusione e la tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti – ha spiegato Jacopo Gubitosi, Direttore generale di Giffoni – insieme possiamo creare progetti significativi che non solo sensibilizzano il pubblico su tematiche cruciali, ma offrono anche ai giovani una piattaforma per esprimersi e farsi ascoltare. Quest’anno, festeggiamo i 50 anni di attività di UNICEF a Giffoni, un traguardo che testimonia l’impegno e la dedizione condivisa nel sostenere e proteggere i diritti dei bambini in tutto il mondo”​. Un’altra novità del Giffoni film festival è quella che grazie all’ufficio progetti speciali, diretto dal Dottor Marco Cesaro e dal suo team, il festival diventa ancora più inclusivo, in quanto dalla prossima settimana si aprirà una piattaforma dove tutti coloro che già collaborano con il festival, ma anche i nuovi che hanno idee vogliono provare a realizzarla potranno iscriversi, la piattaforma, come ha annunciato il direttore Cesaro è aperta a tutti ma specialmente ad enti, associazione. La piattaforma si chiamerà  partner. le idee che dalla settimana prossima potranno essere caricate su tale piattaforma già da settembre  2024 potranno essere visionate e prese in considerazione.

Related posts

Cuma: viaggio nel mito e nella storia

Divago

JAQUES MORELENBAUM A SETTEMBRE AL BORGO edizione 47

Redazione

Duetti, 200 grammi di teatro a sera al Teatro Bolivar

Redazione

Lascia un commento