17 Agosto 2022

SULPEZZO.it
ARTE musica

GRANDE ATTESA PER L’USCITA DEL NUOVO VIDEO DI SERGIO BRUNO

Sono state finalmente ultimate le riprese del video di Sharon, il nuovissimo singolo del cantautore Sergio Bruno ed ora, non resta che attendere la data di uscita ufficiale del videoclip su You tube!

Nato a Pompei nel 1984, Sergio Bruno si dedica alla musica già in tenera età, avvicinandosi allo studio del pianoforte a soli 8 anni. A soli 15 anni scrive il suo primo inedito “Nel mare dei sogni”, intuendo quanto la scrittura e la composizione, fosse parte integrante della sua vita. Avvia quindi un percorso di studio di canto, partecipando poi anche a diversi concorsi canori, per poi arricchire il suo bagaglio musicale, con lo studio della chitarra e del basso elettrico.Tra il 2013 e il 2014 realizza tre videoclip, e si iscrive al Stage Tour Music Fest al C.E.T. di Mogol. 

Nel 2021 è fondatore del progetto “Alaska” insieme alla collega Lucrezia Federico con il brano d’esordio “Tienimi con te” di cui lo stesso è autore del testo e della musica.

Per questo 2022 Sergio ha invece optato per un progetto solista, che in realtà però, ha coinvolto diversi amici ed esperti musicisti, che insieme, hanno dato vita a qualcosa di davvero spettacolare. 

A firmare gli arrangiamenti del brano ecco infatti, oltre all’autore, anche il nome di Jon Sanchez – musicista, compositore e, attualmente, chitarrista solista della musa di David Lynch, Chrysta Bell- e quello dell’altro amico fraterno di Sergio, ovvero Fabrizio Capoturucci, polistrumentista, compositore e direttore d’orchestra. Entrambi questi due musicisti hanno apportato al brano un contributo davvero imprescindibile, per non parlare poi, della meravigliosa voce di Manuela Ragusa, la cui coralità, ha dipinto il brano di immagini davvero mozzafiato e che il video, il quale sarà diretto niente meno che da Lú Magaró – regista e videomaker diplomata all’istituto CFP Bauer- renderanno ancora più vivide. L’idea era infatti quella di dare una veste speciale ad un brano come Sharon.

 “Sharon” infatti non è soltanto una canzone, ma una storia di impressioni, riversate su un tessuto sonoro di grande raffinatezza. Le rifiniture musicali cucite attorno al brano evocano sensazioni indefinite e indefinibili, dove il nostro Io si ritrova a tu per tu con la coscienza e con un’anima ansiosa di risposte. Le domande sono tante, come sono tante le vie per accedere ad un cuore solitario, intento a ricercare se stesso. 

“Sharon” è il luogo delle nostre domande e di come queste, sono in grado di creare in noi delle aspettative. Da queste nascono poi le idee e tutto il nostro concentrarsi su di esse per creare qualcosa. Sharon non è una persona, né un luogo, Sharon è il motivo che ci spinge ad agire, ad essere chi siamo….

Sonia Bellin

Related posts

La musica non si ferma: Fresa e il suo piano jazz al Vomero

3la

A Palazzo Reale l’esposizione L’arte della Giustizia/La Giustizia nell’arte fino al 28 gennaio

Redazione

“Notte di Luce” il brano simbolo dell’omonimo programma tv diventa un singolo

Davide Guerri

Lascia un commento