21 Maggio 2019

SULPEZZO.it
post

“La Grande Abbuffata”, cinema e vino nei Campi Flegrei

Foto Maria Di RazzaDopo il successo delle prime tre edizioni, torna “La Grande Abbuffata”, concorso di cortometraggi a tema enogastronomico. La rassegna, che trae il suo nome dal famoso film di Marco Ferreri con Ugo Tognazzi e Marcello Mastroianni, è curata dal festival internazionale di cortometraggi al femminile A Corto di Donne e si avvale della direzione artistica dello storico del cinema Giuseppe Borrone e della regia tecnica di Maria Di Razza, regista di corti animati premiati in tutto il mondo. Organizzata all’interno della XI edizione di Malazè, la kermesse flegrea di Rosario Mattera, La Grande abbuffata presenterà opere di finzione e documentari che esaltano il legame tra il linguaggio delle immagini e il mondo del cibo e dell’enologia. Scopo dell’iniziativa è promuovere, attraverso il cinema, una riflessione sul rapporto dell’uomo con la natura, il territorio e l’ambiente, nonché di evidenziare il potenziale ironico e simbolico, oltre che la funzione sociale e culturale della tavola e del vino nell’immaginario cinematografico.

IMG_20140910_210958La serata finale con la proiezione dei corti selezionati è in programma sabato 10 settembre 2016 per il secondo anno consecutivo nei locali delle Cantine Tenuta Matilde Zasso, prestigiosa azienda vitivinicola campana con sede a Pozzuoli, che aprirà le sue porte per una visita guidata ai vigneti per poi ospitare la proclamazione del miglior cortometraggio e offrire la degustazione di vini D.O.C. e prodotti tipici dei Campi Flegrei, in collaborazione con la salsamenteria Sarracino Sciaccuttiell di Marano di Napoli.
La giuria di esperti quest’anno sarà composta da esponenti del settore culturale e cinematografico, come da tradizione: Giuseppe Colella, presidente del Coordinamento Festival Cinematografici Campania; Adalberto Fornario, presidente dell’associazione culturale La dimora di Alice; Carlo Guitto, regista; Maria Teresa Moccia Di Fraia, direttrice scientifica del Polo Culturale Palazzo Toledo; Maria Rosaria Selo, scrittrice. Oltre al vincitore ufficiale, scelto dalla giuria tecnica, saranno gli spettatori presenti in sala ad assegnare, con il loro voto, il premio del pubblico messo in palio dalle Cantine Tenuta Matilde Zasso.

31032012(003)-001Fuori concorso sarà proiettato il docufilm Mirabiles. I custodi del mito, diretto dai giornalisti Alessandro Chetta e Marco Perillo, sulla figura degli assuntori di custodia di cinque siti archeologici dei Campi Flegrei: Piscina Mirabilis, Grotta della Sibilla, Tomba di Agrippina, teatro romano di Miseno e Grotta della Dragonara.
Un menu ricco e goloso che vede la sua forza nell’impegno per la promozione e la valorizzazione del territorio, nell’amore per la settima arte e ovviamente nella passione per i prodotti di eccellenza della nostra terra.

 

Related posts

Editoria, braccio di ferro tra PD e M5S

redazione

Sarajevo Supermarket presenta: Impara L’arte e…usala!

redazione

L’arte rivoluziona il modo di intendere il management in ambienti no profit

Tania Sabatino

Rispondi