12 dicembre 2018

SULPEZZO.it
comunicati stampa

Formazione marittimi Grande partecipazione Castellammare

Dopo anni di monopolio,il Ministero ha rilasciato ad Acma Enterprise, nata nel 2001 per associazione di alcune componenti dello shipping italiano, le autorizzazioni per organizzare un corso, il M.A.M.S, di fondamentale importanza per i marittimi. Nella sede di Castellammare di Stabia si è tenuta la prima giornata di corso che ha visti coinvolti circa 20 allievi provenienti da tutta la regione. L’apertura del Ministero delle Infrastrutture a nuove scuole di formazione ha il non trascurabile merito di abbattere i costi di un corso di formazione obbligatorio per tutti i marittimi e di “diversificare” l’offerta anche dal punto di vista geografico. Il corso organizzato da Acma Enterprise è diretto dal professor Nicola Petronzi, direttore tecnico di Acma Enterprise e dal comandante Aniello Russo, amministratore delegato di AcmaEnterprise e di Napoli-Sorrento Training Coast.

«I nostri corsi sono i primi in assoluto in Italia realizzati direttamente in mare – spiega Nicola Petronzi – e si tratta di un corso molto importante che, attraverso una formazione mirata, punta ad aumentare la sicurezza in mare. Il corso M.A.M.S è organizzato in 26 ore, di cui 19 di teoria e 7 di pratica ed è stato organizzato da noi i quattro giorni, dal lunedì al giovedì. Gli esami hanno la durata di sei ore e la commissione è composta da un ufficiale, o un sottufficiale, della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, dal direttore del corso e dall’istruttore».

Nel corso della prima giornata di prove gli allievi hanno fatto pratica, seguiti dall’occhio vigile del comandante Russo, sull’utilizzo dei principali ausili di soccorso in mare, sul dispiegamento dei mezzi di sicurezza, sul salvataggio in acque aperte e sull’ammaraggio della scialuppa di salvataggio da 65 persone.

«Siamo entusiasti dal vedere tanta partecipazione e impegno da parte degli allievi – ha commentato il comandante Russo – il nostro è un corso organizzato tenendo presenti tutti gli standard qualitativi imposti dal Ministero e, per consentire la miglior fruizione possibile ai discenti, abbiamo stabilito un numero chiuso per ogni corso. I docenti vengono scelti in base ai rigidi parametri ministeriali e sono tutti qualificati come prescrivono le leggi in materia. Acma Enterprise eroga già una ventina di corsi differenti nell’ambito della formazione marittima – prosegue – e ai 10-15 corsi organizzati con l’autorizzazione del Ministero affianchiamo corsi liberi che ci vengono chiesti dalle società armatrici che hanno necessità di formare adeguatamente il loro personale. Un lavoro a 360 gradi che si serve di tantissime professionalità conosciute e riconosciute nell’ambito marittimo in Campania e in tutta Italia».

Related posts

Risorse Umane, Palmeri: “Da oggi i 4.700 dipendenti della Giunta Regionale hanno il nuovo contratto decentrato.”

Mimmo Caiazza

“Un’ora con lo scrittore”

Mimmo Caiazza

Lavoro, Palmeri: “Cultura della sicurezza è risparmio e investimento”.

Mimmo Caiazza

Rispondi