21 Marzo 2019

SULPEZZO.it
cultura

Festival della poesia civile, canti di libertà a Castel Capuano

La poesia sposa il diritto e il diritto si fa voce delle sofferenze umane. Il 15 e 16 maggio, a partire dalle ore 10, si terrà alla Biblioteca di Castel Capuano  il Festival della poesia civile “La libertà è il respiro del mondo”, organizzato dal Movimento Culturale Poeti Viandanti e da Nomos Movimento Forense, in collaborazione con l’OUA (Organismo Unitario Avvocati), l’Ente Biblioteca A. De Marsico di Napoli, e con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli.

Poeti ed avvocati, dunque, saranno insieme, seppur con strumenti diversi, ma uniti dallo stesso intento sociale: difendere i più deboli, preservare i diritti inalienabili dell’individuo, affermare il valore universale della giustizia, garantire e tutelare le risorse e l’habitat del pianeta Terra.

Il Festival prevede due giornate a tema: Natura e Libertà. Ospite d’onore della prima giornata sarà la poetessa brasiliana candidata al Premio Nobel 2015, Marcia Theophilo che terrà un recital sull’Amazzonia. È inoltre prevista la manifestazione conclusiva del progetto “Calliope la cittadella della legalità” tenuto dall’Associazione “Nomos Movimento Forense” all’Istituto Comprensivo Baracca (Quartieri Spagnoli) con i bambini delle classi quarte (sez. abc) della scuola primaria, la performance di poesia d’insieme “Come sui rami stanno le parole” dei Poeti Viandanti, una silloge a più voci con Gesto Narrante Contact-Improvisation di Marion Nugnes e Loredana Canditone.

La seconda giornata è previsto l’intervento del poeta Ottavio Rossani, nonché il reading curato dal poeta Giuseppe Vetromile dei poeti campani: Floriana Coppola, Costanzo Ioni, Melania Panico, Domenico Cipriano, Vera D’Atri, Paola Casulli, Mariastella Eisenberg, Ciro Tremolaterra, Ferdinando Tricarico, Rita Pacilio, Raffaele Urraro, Eugenio Lucrezi.

La sezione videopoesie curata dal poeta Sebastiano Adernò è ricca di proposte: La neve di Salvatore QuasimodoM’illumino d’immenso di Giuseppe UngarettiSulla tomba di Pier Paolo Pasolini incontrai il suo barbiereRespect!Il poeta Patané legge per un riccioMe – di – terra -neo di Daniele CasolinoPromo Take CareIo sono l’acqua di Santina Lazzara, Arrestate le rondiniLa mer est pleine de corps, sarà presentato anche il video realizzato da alcuni poeti italiani in difesa ed in sostegno della poetessa colombiana Angye Gaona arrestata con l’accusa infamante di narcotraffico.

Saranno presenti al Festival anche gruppi ed associazioni di poeti e scrittori impegnati in tematiche sociali: Maria Teresa Infante per il gruppo “Ciò che caino non sa” sulla denuncia delle violenze subite dalle donne, Regina Resta per l’Associazione Culturale Verbumlandiart impegnata nella diffusione e condivisione di culture diverse, Antonietta Gnerre e Monia Gaita dell’Associazione Agorà di Serre Pratola impegnate nella diffusione della cultura e nelle questioni sociali.

Sono previsti, infine, gli interventi musicali dell’artista Ilva Primavera e del soprano Lina Lanza, nonché l’assolo dell’arpa celtica di Anna Cefalo e la performance teatrale di Angela Caterina.

Al Festival porteranno il loro saluto il Presidente dell’Consiglio dell’Ordine Avvocati di Napoli, Avv. Flavio Zanchini ed il Presidente dell’Oua, Avv. Mirella Casiello.

Per info e prenotazioni scrivere a all’indirizzo email: elena_varriale@yahoo.it

 

 

Related posts

Iphonography, quando la fotografia sposa l’Iphone

Natascia Caccavale

Napoli innovazione e sviluppo, il libro di Mario Raffa

redazione

A mano a mano

Vincenzo Scuotto

Rispondi