12 dicembre 2018

SULPEZZO.it
comunicati stampa

Elisangela Annunziato, cuore e passione nel giornalismo, la scrittura e il sociale

Elisangela Annunziato, editor, giornalista pubblicista, scrittrice, conduttrice televisiva e tanto altro.

Nata a Salvador De Bahia, in Brasile, da piccola è adottata da una famiglia napoletana. Sarà proprio l’adozione a salvarle la vita, in quanto a causa di una balia che non si prendeva cura di lei, a due mesi pesava due chili. Quanto detto prima, condizionerà, in positivo, le sue scelte di vita. Il suo motto è una frase di Paulo Coelho: “La barca è più sicura nel suo porto. Ma non è per questo che le barche sono state costruite”.

Ed è da qui che parte la sua brillante carriera tra giornalismo, informazione e impegno per il sociale.

Ad appena diciannove anni fa una breve esperienza, in qualità di volontaria, in Africa, esattamente in Guinea Conackry, realizzando uno dei suoi sogni. A ventidue anni va a lavorare negli Emirati Arabi Uniti, ove scopre la magica atmosfera del deserto che dichiara essere “Un luogo dove si ritrova se stessi”. Ritornata in Italia, dopo diversi mesi, si avvicina al giornalismo, divenendo giornalista pubblicista e alla scrittura in generale iniziando a scrivere il suo primo libro sull’adozione “Il sogno di Francesca”, che troverà pubblicazione nel 2012. “Volevo testimoniare, da figlia adottiva, che i genitori sono quelli che crescono i figli” afferma fiera la Annunziato.

Oggi Elisangela vive il suo lavoro come una vera e propria missione. Il suo obiettivo è dare spazio alle fasce più deboli. La sua valida penna da ampia voce a chi riceve discriminazioni, a chi vede i suoi diritti calpestati e, anche, per raccontare attraverso la scrittura storie di vita, molto spesso reale.

Come giornalista portano la sua firma Nomi illustri della cultura, dello spettacolo e del cinema, come: Pupi Avati, Luciano De Crescenzo, Adriano Giannini, Bud Spencer, Staffan De Mistura…

Ha, altresì, recensito libri di scrittori italiani e internazionali.

A trent’anni, pensando alla bambina che è stata e, che a soli due mesi pesava due chili, sceglie di ritornare a studiare, frequentando il Master Focsiv presso l’Università Pontificia Lateranense (meglio conosciuta come “Università del Papa”) per diventare cooperante internazionale.

E’ l’anima e Autrice del libro “Anelfra – un viaggio attraverso l’Africa e il deserto” (Carmignani Editrice), edito nel 2017

– Collabora, anche, con Archivio Disarmo – Istituto di Ricerche Internazionali puntando la propria attenzione sull’import e export armamenti e diritti umani. Alcuni elaborati, I Rohingya: il popolo che nessuno vuole; Annuario Italiano di Diritti Umani 2015 (recensione); Le Esportazioni di armi italiane 2014 e così via.

Inoltre ha ideato un blog dal titolo “ Ti preparo un Caffè” che è diventato una rubrica televisiva nella trasmissione “Domenica Sulla Luna” “ Un’Italiana a Colori che sta avendo un buon riscontro di pubblico, un vero e proprio salotto sociale che affronta tematiche social- culturali in onda ogni domenica alle 10. Su Tv Luna.

 

Oggi collabora con Social News (mensile patrocinato dal Segretariato Sociale della Rai) e Auxilia Onlus che tra le tante attività, progetta la costruzione di strutture nei paesi in via di sviluppo. “E’ una scelta che ho fatto per aiutare maggiormente, sono sincera, bambini che si trovano oggi in difficoltà, come mi sono trovata da piccolissima. Lo devo alla vita e, soprattutto, alla bambina che sono stata che combattendo mi ha permesso di diventare grande conclude soddisfatta la Annunziato.

 

Pagina: elisangelaannunziato.oneminutesite.it

 

Twitter: rondinemigrante

 

Facebook: Elisangela Annunziato

 

Autrice del libro “Anelfra – un viaggio attraverso l’Africa e il deserto” (Carmignani Editrice), edito nel 2017

 

Pagina: elisangelaannunziato.oneminutesite.it

 

Twitter: rondinemigrante

 

Facebook: Elisangela Annunziato

 

 

 

 

Related posts

La Terza Classe presenta l’omonimo EP presso foyer del teatro Bellini

Mimmo Caiazza

Somma Vesuviana, inaugurato Sportello per le Politiche attive del Lavoro

Mimmo Caiazza

Abbonamenti gratuiti studenti: “Discriminazione vergognosa”, gli enti di formazione attaccano la Regione  

redazione

Rispondi