SULPEZZO.it
cinema cronaca

Diana del Bufalo nei guai dal piccolo schermo all’arresto

Diana Del Bufalo ha rivelato di essere stata arrestata dalla polizia inglese quando era più giovane.

L’attrice 33enne ha confessato di aver fatto una cosa considerata molto grave nel Regno Unito. Aveva portato in aeroporto uno spray al peperoncino.

Lo ha detto ospite del format YouTube de ‘Le Coliche’, il duo comico formato da Fabrizio e Claudio Colica.

Quando le è stato chiesto di raccontare un’idea poco brillante avuta nella sua vita, Diana ha risposto: “Mi sono portata lo spray al peperoncino a Londra. Ero andata a vivere a Londra, avevo 19 anni, mio padre me lo ha dato, ‘guarda sei una signorina da sola, piccolina…’”.

“Quando poi sono tornata a casa per Natale, in aeroporto io non sapevo che era illegale avere lo spray al peperoncino, e io ce lo avevo nella borsa. In Inghilterra è illegale totalmente, in Italia no”, ha continuato.

“In Inghilterra è come se avessi avuto una pistola, mi hanno detto. Mi hanno arrestato, quattro persone con il mitra mi hanno scortato fuori dall’aeroporto, sono andata alla stazione di polizia. Ma è stato bruttissimo perché mi hanno preso il DNA, mi hanno fatto le foto segnaletiche”, ha sottolineato.

Così ora l’interprete di film e fiction di successo ha la fedina penale sporca: “Sì, a Scotland Yard sono schedata come potenziale… ma sai tipo quelle cose da film con la telecamera, la luce? Sì, tipo il verbale: ‘Quindi tu odi il nostro paese?’. ‘Ma no figurati sono venuta a studiare qua’”.“Io poi parlo bene inglese, ma io ero talmente sincera che ho detto: ‘Io non capisco perché voi mi state…’. E’ stato orrendo, perché ho detto: sono qui contro la mia volontà non avendo fatto nulla. Però loro hanno detto: ‘Tu per noi avevi una pistola’. Cioè è considerata un’arma vera e propria”, ha concluso.

Related posts

Ricostruzione grave incidente accaduto a Ravello(Sa) Ieri tra le 11 e le 12

Paolo De Leo

Elastic Heart: la vera storia di Nunzio, l’uomo elastico diventa un film

redazione

Acerra si unisce contro la dispersione scolastica

Redazione

Lascia un commento