SULPEZZO.it
comunicati stampa

“COSTRETTI A SANGUINARE” È IL NUOVO ATTESO ALBUM DEI T.F.V.

“COSTRETTI A SANGUINARE” è il nuovo atteso album dei T.F.V., un lavoro emozionante composto da 12 brani che esplorano profonde e struggenti emozioni.

Ogni traccia delinea temi come la passione, la lotta interiore e il dolore, con sonorità cupe ma anche allegre, arricchite da intense espressioni vocali che catturano l’angoscia e la tensione emotiva.

Questa tensione è espressa anche dalla copertina che ritrae immagini rappresentative delle sofferenze e delle ferite causate negli ultimi anni, contribuendo a trasmettere visivamente il percorso emotivo e concettuale dell’intero lavoro.

“Costretti a sanguinare” è il quarto lavoro in studio della band ed è sicuramente quello della maturazione.

TRACK LIST:

Intro:
L’album si apre con un intro profondo che fa da anticamera al mood dell’intero disco.

Apocalisse:
Un brano che esplora gli eventi drammatici degli ultimi 3 anni, dalla pandemia alle guerre, mentre cerca di suggerire una via da seguire. Esamina inoltre i conflitti internazionali e le sfide globali riflettendo su come tutto questo ha contribuito ad un’atmosfera apocalittica.

L’ombra di una bandiera:
La canzone parla dei conflitti internazionali attuali, quelli degli ultimi anni post pandemia principalmente l’ennesimo attacco alla Palestina . Il testo breve e conciso racconta di come alcune nazioni opprimono costantemente i popoli portando soltanto morte e distruzione.

Abitudini:
È una velata storia di dipendenze. La prima parte del testo narra di una persona che trascura i propri impegni, fino ad elencare una serie di cattive abitudini come il cibo spazzatura, le droghe e tutte quelle tentazioni in cui si puo’ cadere. Il ritornello evidenza poi come queste cattive abitudini possono diventare “catene” tenendoti prigioniero.

L’isola che non c’è:
Primo singolo estratto dall’album racconta la ricerca dell’isola felice nella vita di tutti i giorni, cercando di proteggere i sogni dalle circostanze quotidiane: l’obiettivo e’ non rimanere intrappolati in una vita meccanica.

My first hardcore song:
Chitarre graffianti e voci cariche di ribellione trasmettono un forte senso di proteste e di ribellarsi contro il sistema. Un mezzo di espressione contro la corruzione e le ingiustizie sociali.

Ultimo respiro:
Un brano scritto durante il lockdown, per raccontare le sfide, le emozioni e gli alti e bassi emotivi vissuti durante quel periodo. Una traccia cupa di resilienza, con un mix di momenti riflessivi e di speranza.

Giorni grigi:
Una traccia che descrive emozioni e sfide legate a periodi difficili nella vita di tutti noi, esplorando momenti di tristezza, incertezza e lotta, cercando comunque un filo di speranza in mezzo a tutto ciò. Il testo parla di come le persone affrontano i momenti più difficili della loro vita cercando di trovare la luce anche quando sembra tutto buio. Una spinta a trovare la forza interiore per superare quei momenti e cercare la bellezza anche nei giorni più grigi.

Stand up:
L’ultimo singolo estratto è un’ espressione motivazionale che invita a perseverare, a superare le sfide e a non rinunciare di fronte alle difficoltà. Non importa quante volte si possa cadere o fallire, l’importante è rialzarsi e continuare a lottare per ciò in cui si crede.

Ciò che sei:
La canzone esplora l’identità e l’autenticità di essere se stessi riprendendo la propria libertà, abbracciando ciò che ci rende unici e ballando sulle delusioni, superando gli ostacoli.

Senza confini:
Un brano che parla della sensazione di libertà, avventura e volontà di superare ogni limite vivendo la vita al massimo senza lasciare che i limiti o le barriere ci fermino, abbracciando ogni possibilità che il mondo ci offre.

Costretti a sanguinare:
Title track e chiusura del disco, tocca tematiche intense e drammatiche esplorando il concetto di lotta e sacrificio in situazioni difficili, cercando la forza interiore che possa aiutare a superare le sfide e le scelte più ardue.

Nel lontano 2008 i Fratelli Dany & Luca in arte (Johnny/JImmy) insieme a due amici hanno dato vita al loro progetto musicale scegliendo come nome T.F.V. Acronimo di TIME FOR VOMIT.

Come fonte di ispirazione del gruppo importante citare band come Blink 182, Nofx, Sum 41, Anti-Flag e Descendents, oltre a esponenti del punk rock Italiano come i Punkreas e i Derozer. Nel 2011 i T.F.V. incidono il loro primo album, “Disciplina Zero”, seguito da “Neuro Esplosione” registrato nel 2015.

Nel 2017 la line – up cambia ed entrano a far parte dei giochi il batterista Stecco ed il chitarrista Dave.

Ecco così che comincia una serie di incredibili live come nel 2018 il Beat Fest di Empoli insieme ai Sum 41, che danno la possibilità al gruppo di accedere ad un pubblico di circa 5000 persone.

Sempre nel 2018 la band rilascia un nuovo Ep chiamato: “C’era una volta un sogno” e nell’estate del 2019 arriva un altro grande successo: i T.F.V. hanno l’onore di condividere il palco del Bay Fest di Rimini insieme a gli Offspring e hanno l’incredibile opportunità di suonare insieme ai Lagwagon e ai Satanic Surfers all’Estragon di Bologna.

Nel Febbraio 2024 è uscito il nuovo atteso album “Costretti a Sanguinare” anticipato dai singoli “L’isola che non c’è”, “L’ombra di una bandiera” e “Stand Up”.

Il quartetto ha inoltre condiviso negli anni il palco con Dead Kennedys, The Story So Far, Waterparks, Raw Power, Shandon, Meganoidi.

Link Spotify: https://open.spotify.com/intl-it/album/2d3K0toIuyFq21TEfyzPqB

Related posts

Campania, Palmeri: “Reddito di inclusione ai nastri di partenza.”

redazione

UNDER THE SNOW – “BREATH SESSION (LIVE)” RAPPRESENTA UN ULTIMO MOMENTO PER PRENDERE FIATO PRIMA DI RITUFFARSI NELLA COMPOSIZIONE

Cirillo

DAVIDEFARE: ECCO “LA MAGIA DEL NATALE”

Cirillo

Lascia un commento