26 Aprile 2019

SULPEZZO.it
pubbliredazionali

Chip tuning, una marcia in più alla tua auto

Vuoi migliorare le prestazioni della tua auto senza modifiche invasive? Con il chip tuning adesso è possibile. Esso migliorerà le performance della tua vettura sia in termini di velocità sia in termini consumi. Ma cos’è di preciso? Si tratta di un semplice dispositivo, installabile in pochi passi, che agirà sulla centralina del veicolo, migliorando le caratteristiche tecniche dell’auto, aumentando così il piacere di guida.

Più potenza e meno consumi, dunque. Ciò è possibile perché il chip tuning interviene sul dispositivo di controllo aggiuntivo dell’auto, cioè il computer che ne regola i comandi: accensione, erogazione del gas di scarico, iniezione. Grazie a questa tecnologia, infatti, i diagrammi delle prestazioni sono ottimizzati migliaia di volte al secondo, così da rendere l’auto sensibilmente più potente. Inoltre l’ottimizzazione delle prestazioni consente di ridurre anche i consumi.

Ciò è possibile perché i suoi sensori captano lo stato di funzionamento del motore e le sue caratteristiche. Poi trasmettono le informazioni raccolte alla centralina elettronica o a un micro-calcolatore, che elabora queste informazioni. Grazie a questo precesso si determina esattamente la quantità di carburante necessario per il buon funzionamento del motore, e si stabilisce con precisione il momento esatto e la durata d’apertura di ogni iniezione elettromagnetica. Inoltre il chip tuning agisce anche sul “punto di anticipo in accensione” consentendo la combustione totale del carburante dopo una miscelatura perfetta di aria e carburante.

Il pregio più importante del chip tuning consiste nel fatto che esso migliora le prestazioni dell’auto rispettandone l’assetto e la struttura. L’istallazione, infatti, non comporta alcuna modifica al motore, né al dispositivo di comando. Anche il programma di protezione del motore resta invariato, per cui non c’è alcun rischio di sovraccaricarne i singoli componenti. Per questo motivo il chip tuning rispetta, senza alterarlo, il software originale dell’automobile, compresa la funzione di controllo della velocità massima, la cosiddetta (V-Max).

Il dispositivo è distribuito da Race Chip, e per istallarlo occorrono pochi minuti. Sul sito http://www.racechip.it/ sono disponibili dei video tutorial dimostrativi.

E’ importante non confondere il chip tuning con dispositivo di controllo aggiuntivo con il “chip tuning con OBD”. Quest’ultimo è un dispositivo invasivo, che modifica le funzioni di protezione del motore, per cui non può esserne garantito il funzionamento.

Per questo motivo RaceChip® ritiene superiori i vantaggi del chip tuning mediante dispositivo di controllo aggiuntivo, ed ha scelto la commercializzazione di questa variante di chip tuning.

Related posts

Gusto e convivialità: Al Corso di Montegrotto Terme

redazione

Concerto di Capodanno 2019 al Teatro Delle Palme di Napoli

Mobile marketing, la nuova frontiera della comunicazione 2.0

redazione

Rispondi