29 Novembre 2020

SULPEZZO.it
cronaca

Caserta, : “Bacino di Crisi” – situazione insostenibile

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Le scriventi Organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL di Caserta, esprimono forte preoccupazione per lo stato di legittima tensione dei lavoratori del cosiddetto “bacino di crisi”, per i quali, nonostante tutti gli sforzi del sindacato per trovare soluzioni all’interno di interlocuzioni con il Ministero del Lavoro, mancano a tutt’oggi risposte e misure.

Questi lavoratori provengono da aziende in crisi per i quali negli anni scorsi sono stati siglati Accordi di programma e Protocolli aventi come finalità la loro ricollocazione al lavoro tramite processi di nuova industrializzazione: progetti purtroppo vanificati.

Nei mesi scorsi, dopo aver incontrato il Ministro Di Maio in occasione del Cd M svoltosi a Caserta, abbiamo provveduto a seguire le richieste del Ministero di far pervenire schede dei singoli lavoratori.

Nonostante questo lavoro svolto con responsabilità, a tutt’oggi non è pervenuto dal Ministero alcuna risposta sia in merito ai processi di ricollocazione sia in merito a proroghe di ammortizzatori sociali.

La tensione tra i lavoratori si è fatta più pressante avendo appreso che il Ministero del Lavoro ha sbloccato i fondi per la proroga della mobilità ordinaria e in deroga ma che essi non fanno parte dei  beneficiari del provvedimento.

Come abbiamo già avuto modo di segnalare al Ministero competente è evidente che i lavoratori in questione vivono la loro esclusione come una discriminazione nei loro confronti e ciò non fa altro che aumentare quello stato di tensione che come sindacato da sempre lavoriamo per ricondurlo nell’alveo di corrette relazioni e ricerca di soluzioni.

Pertanto ci rivolgiamo a Lei, signor Presidente del Consiglio, proprio perché la situazione si fa sempre più insostenibile e, in ulteriore mancanza di risposte serie e concrete, non basta la nostra responsabile azione sindacale per evitare che la giustificata tensione esistente tra lavoratori che anni attendono soluzioni sfoci in proteste sociali.

Certi della Sua comprensione della situazione e in attesa di  Suoi interventi fattivi e concreti e di soluzioni idonee, ci dichiariamo disponibili sin d’ora a Sue convocazioni per ulteriori e più dettagliati chiarimenti.

Cordiali saluti

Related posts

NUOVE OPERE D’ARTE ALLA FONDAZIONE BANCO DI NAPOLI: IL 28 LA PRESENTAZIONE CON I 13 ARTISTI

Redazione

Olimpiadi 2028, il giornalista Gino Di Mare: “Napoli, sono assolutamente d’accordo!”

Redazione

Coronavirus, giovane imprenditore sfida la crisi e inaugura ristorante

Redazione

1 commenti

Lascia un commento