19 novembre 2018

SULPEZZO.it
musica

AVELLINO: AL CONSERVATORIO «CIMAROSA» IL CONCERTO EVENTO DEI WIRE TARGATO FITZ

IL 6 OTTOBRE LA BAND GUIDATA DA COLIN NEWMAN SARA’ ALL’AUDITORIUM PER L’UNICA DATA DEL SUD ITALIA

Sono una delle band più influenti della scena musicale internazionale degli ultimi 40 anni.
Icona del punk inglese e della new wave post punk.
Hanno messo la firma su alcuni capolavori indiscussi come «Pink Flag», «Chairs Missing» e «154» e il prossimo 6 ottobre, alle 21:30, saranno nell’Auditorium del Conservatorio di Avellino per l’unica data al Sud Italia del loro Tour.

Stiamo ovviamente parlando dei WIRE, la band guidata da Colin Newman che, nel 2017 ha dato alle stampe l’ultimo album in studio «Silver/Lead», un insieme di canzoni che racchiude l’abbagliante ottimismo di «Diamonds In Cups», la grandiosità minacciosa di «Playing Harp For The Fishes» e il pop dal ritmo vertiginoso di «Short Elevated Period», solo per citare alcune tracce presenti nel loro ultimo lavoro discografico. Anche se il loro quindicesimo album in studio è stato rilasciato nel 40° anniversario del debutto, «Silver / Lead» non ha nulla a che fare con il passato ed è invece un lavoro totalmente proiettato verso il futuro.

I Wire saranno ad Avellino per un concerto che si preannuncia straordinario, organizzato da «Fitz – Associazione culturale promozione eventi», guidata da Raffaello Pulzone e Luca Caserta che, per l’occasione, si avvarrà del patrocinio del Conservatorio «Cimarosa» e coinvolgerà gli alunni delle classi di Musica elettronica del Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali.

Dopo il successo di «Object 47» del 2008, «Red Barked Tree» del 2011 e delle ultime produzioni, i Wire hanno vissuto una seconda giovinezza. Considerati tra i precursori di un certo suono indipendente, sono diventati il punto di riferimento fondamentale per band europee ed americane contemporanee come Savages e Parquet Courts.

Oggi la band è formata oltre che da Colin Newman, da Graham Lewis e Robert ‘Gotobed’ Grey, oltre al nuovo chitarrista Matt Simms che ha registrato gli ultimi dischi della band dopo essere entrato in pianta stabile nel 2011.

I biglietti per assistere al concerto-evento dei Wire di sabato 6 ottobre (20€ oltre diritti di prevendita) sono disponibili presso Godot Art Bistrot e Camarillo Brillo Dischi ad Avellino, presso Disclan Salerno e Doodah Salerno e da Echoes Music Vintage Store di Cava dei Tirreni.
Inoltre, è possibile acquistare i ticket direttamente online sul circuito Go2.

BIOGRAFIA

Tra la fine degli anni settanta e i primi anni ottanta Colin Newman e soci hanno riscritto le regole del punk diventando i protagonisti di un nuovo sound inglese. Secondo molti giornalisti del periodo è stato proprio grazie a loro e alla trilogia pubblicata da Harvest Records, celebre label inglese con la quale tra il 1977 e il 1979 uscirono i mitici «Pink Flag», «Chairs Missing» e «154», che si iniziò a parlare di post punk e art punk.

Ed è proprio con l’ultimo album della trilogia «154», nervoso, oscuro e sperimentale la band raggiunge il picco dell’alta tensione che farà deflagrare il gruppo. Per anni, infatti, i Wire si prendono e si lasciano fino all’esplosione (live) del cyber-punk di «Send» nel 2003. Dopo 4 anni di pausa arrivano i citati «Object 47» e «Red Barked Tree» che rilanciano la band e poi nel 2013 esce «Change Becomes Us» in cui i Wire ci fanno tornare la voglia di mettere due dita nella presa elettrica.

Related posts

Kevin Peci in Cina con lo spettacolo “New York New York”

laurafrigerio

Sulle note della Nuova Scarlatti i quadri del Caravaggio e dei Caravaggeschi prendono “vita”

Mimmo Caiazza

La Terza Classe, esce il 26 ottobre la Polosud records l’EP con cinque tracce inediti

Mimmo Caiazza

Rispondi