22 settembre 2018

SULPEZZO.it
  • Home
  • appuntamenti
  • Asini, musica e ruralità con la rassegna “Il raglio di luglio”, ad Atena Lucana (SA)
appuntamenti comunicati stampa eventi e società

Asini, musica e ruralità con la rassegna “Il raglio di luglio”, ad Atena Lucana (SA)

«“Il raglio di luglio” vuole essere un suono che inonda le nostre montagne. Un richiamo ancestrale per tutti coloro i quali hanno forte l’esigenza di gioire di questa vita assieme. Cibo vero, vino naturale, massaggi all’aperto, spa e buona musica»

Nella cornice naturale dei monti della Maddalena di Atena Lucana (SA) la Country House & Spa “Domus Otium” presenta la rassegna musicale “Il raglio di luglio”: quattro appuntamenti, tutti i venerdì alle ore 22:00, dal 6 al 27 luglio.

Ad aprire le danze, il 6 luglio, Le Capere, gruppo di ricerca e di riproposta di musica tradizionale Campana, quattro donne che raccontano la loro terra attraverso canti devozionali, canti di lavoro, canti di donne e canti d’amore.

Si prosegue il 13 giugno con Adriano Bono (già membro dei Racidi nel Cemento) un “menestrello” che si accompagna ad ukulele, sonagli alle caviglie e una scatola di legno sulla quale batte il piede. Il repertorio parte dai dissacranti sonetti di Giuseppe Gioachino Belli (trasformati in canzoni e introdotti da divertenti digressioni sul poeta e la sua opera) per poi virare verso i ritmi della musica giamaicana fino ai brani originali contenuti nel suo ultimo album, “Reggae Caravan”.

Il 20 luglio tocca alla miscela di tradizione partenopea e afro-americana dei Dr. Jazz & Dirty Bucks Swing Band: «Da Toledo a Storyville, da Carosone ad Armstrong, dal mandolino al banjo. Vogliamo innovare partendo dalle tradizioni».

Si chiude il 27 luglio con Canti d’Amore e Distanza, progetto di musica popolare interpretato da Cristina Vetrone e Lorella Monti che dal ‘91 portano le tradizioni folk del sud Italia in giro per il mondo. Uno spettacolo che parte dai ritmi passionali della tarantella partenopea toccando le sonorità impetuose della pizzica salentina e del calore del Sudamerica grazie all’uso di strumenti originari come tammorre, tamburelli e organetto.

A cura del direttore artistico Tony Guerrieri, la manifestazione avrà luogo in un contesto autenticamente rurale, nei pressi dell’azienda agricola “Asineria Equinotium” la quale, da oltre 10 anni, alleva asini e coltiva relazioni e cereali del futuro.

Related posts

Lavoro, Palmeri: “Parte la sperimentazione per ricollocazione licenziati Ericsson”

Mimmo Caiazza

Formazione Professionale, lavori fermi da 5 mesi: il Movimento porta la Regione Campania in Tribunale

Mimmo Caiazza

“Musica al Mercato” al via la V edizione

Mimmo Caiazza

Rispondi