26 Ottobre 2020

SULPEZZO.it
cultura

Un amore senza esclusione di colpi: al Primo Piccoli crimini coniugali

Napoli – Il talamo coniugale… nido d’amore… ma.. un vecchio adagio recita che “dopo i confetti escono i difetti”.

Così il nido può trasformarsi in un rovo di spine e l’amore in una guerra senza esclusione di colpi che vede nella “domus aurea” una gabbia da cui è quasi impossibile uscire, una trincea dove ogni giorno si combatte per la sopravvivenza.

E’ questa l’atmosfera della black comedy Piccoli Crimini coniugali che si svolgerà sul palco del Teatro Il Primo dal 14 al 16 Novembre.

Ilo testo è  di Eric- Emmanuel Schmitt.

“Quando vedete un uomo e una donna davanti al sindaco o al prete, chiedetevi chi dei due sarà l’assassino”
E se la vita di coppia non fosse altro che la più difficile delle guerre? Impossibile da vincere, costante nel suo svolgimento e duratura… finché morte non li separi…
Secondo Eric-Emmanuel Schmitt, autore di PICCOLI CRIMINI CONIUGALI, “la coppia è come un’associazione di assassini. La vita coniugale è una guerra, dove tutto è permesso.

La vita coniugale è un’associazione di killer che si accaniscono sugli altri prima di infierire su loro stessi, un lungo cammino verso la morte che lascia la strada costellata di cadaveri. Quando la coppia è giovane è una coppia che cerca di sbarazzarsi degli altri. Quando la coppia invecchia diventa una coppia dove ognuno cerca di sopprimere i partner”.

In scena Peppe Carosella, che cura anche la regia, e Margherita Di Sarno. Fotografia di Rosa Scherillo. Grafica di Graziella Foschini. Luci e fonica di Aurelio De Matteis.

PICCOLI CRIMINI CONIUGALI gioca sul doppio filo dello humour nero da black comedy tra quattro mura e il dramma della memoria e del tempo, di due persone e del loro amore.
Sinossi:

Dopo aver subito un brutto incidente domestico Lui torna a casa dall’ospedale completamente privo di memoria, ragiona ma non ricorda, non riconosce più neppure la moglie, che tenta di ricostruire la loro vita di coppia tassello dopo tassello cercando di oscurarne le ombre. Via via che si riportano alla luce informazioni dimenticate si manifestano delle crepe: sono molte le cose che cominciano a non tornare. Come mai Lei mente? E perché non vuole darsi fisicamente a Lui, che pure è fortemente attratto da lei? Per quale motivo Lui – che afferma di essere completamente privo di memoria – si ricorda di certi particolari del viaggio di nozze? Sono alcuni dei misteri di questo giallo coniugale in cui la verità non è mai ciò che sembra, dove la memoria (e la sua supposta mancanza), la menzogna e la violenza vengono completamente riviste per assumere dei significati nuovi, inaspettatamente vivificanti.

PICCOLI CRIMINI CONIUGALI
VENERDI’ 14 Novembre ore 21
SABATO 15 Novembre DOPPIA ore 18 e 21
DOMENICA 16 Novembre ore 18

Teatro Il Primo
Viale del Capricorno, 4
Info e prenotazioni: segreteria@teatroilprimo.it 0815921898/ 3428306707
Ufficio stampa: Emma Di Lorenzo m.emmadilorenzo@gmail.com 3394290222

Related posts

A mano a mano

Vincenzo Scuotto

Le vostre storie, la nostra voce: Officina Efesti lancia i podcast con gli audio-racconti della Quarantena

Redazione

Lascia un commento