SULPEZZO.it
appuntamenti cultura eventi e società

La lettura in età prescolare, entra nel vivo il progetto “Non mi mancano le parole”: ecco racconti ad alta voce, laboratori di illustrazione, book crossing per i più piccoli Giffoni è un motore che pensa alla crescita a 360 gradi

Tante le attività in programma a Giffoni dal 19 al 28 luglio.

L’iniziativa finanziata dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero della Cultura. Soggetto capofila è l’Ente Autonomo Giffoni Experience.
Nel partenariato associazioni del terzo settore e culturali su Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna e Veneto

Qui il link per partecipare ai laboratori: https://giffoni.it/nonmimancanoleparole/laboratori-giffoni54/ 

L’importanza della lettura nella prima infanzia, la gioia della narrazione attraverso storie ricche di magia e di fantasia, il potere formativo dei libri, entra nel vivo “Non mi mancano le parole” progetto promosso dall’Ente Autonomo Giffoni Experience per la valorizzazione dell’esperienza della lettura in età prescolare. L’iniziativa rientra tra i ventiquattro progetti approvati a livello nazionale nell’ambito del bando Leggimi 0-6 2023 del Centro per il Libro e per la Lettura – istituto dotato di autonomia speciale del Ministero della Cultura – rivolto alle organizzazioni senza scopo di lucro che, in partnership con istituzioni, associazioni, fondazioni ed enti del terzo settore, abbiano come obiettivo quello di generare un’azione sistematica di promozione della lettura in età prescolare, attraverso la creazione di una rete che favorisca una stretta collaborazione tra i settori educativo, culturale, socio-sanitario e socio-assistenziale.

Al via la sezione Mi leggi una storia? Piccoli lettori crescono che prevede la teatralizzazione dei testi scelti dai bambini con il supporto interpretativo di attori professionisti per rendere la comprensione del messaggio facile e accessibile a tutti. Nel corso degli incontri anche le immagini diverranno un supporto alla comprensione, in attività di lettura arricchite da rappresentazioni grafiche realizzate con diverse tecniche espressive tra cui la sand art. Inoltre, le letture avranno un accompagnamento musicale dedicato con la creazione di apposite colonne sonore che valorizzeranno i racconti, le storie, i testi scelti.

Si inizia il 20 luglio con il libro “Tu e io” di Evelyn Daviddi. A seguire, il 21 luglio, con “I New Yorkers” di Marta Partaleo. Il 23 luglio sarà la volta di “Nessuno sa” di Arianna Papini. Si chiude il 26 luglio con la serie “Piccolo Coccodrillo” di Eva Montanari.  Le attività avranno inizio alle ore 17.30 e si svolgeranno presso il Giffoni VillageAi quattro incontri in programma saranno presenti le quattro autrici che avranno modo di confrontarsi con i piccoli lettori. Si tratta di quattro autorevolissime voci della letteratura per l’infanzia che creano, con i loro estro e a loro creatività, storie di grandissimo valore e pregio. Tanti i temi affrontati negli albi illustrati: dal ruolo del cambiamento alla capacità di vivere la diversità come ricchezza, dalla creatività di personaggi di pura fantasia che vivono avventure entusiasmanti alla bellezza della scoperta di nuovi posti e nuovi mondi.  Le attività sono svolte in collaborazione con Libramente Caffè Letterario di Salerno di Clorinda Attianese.

Continua l’attività “Prevenire e In-formare svolta in collaborazione con l’associazione socio- sanitaria San Nicola di Giffoni Valle Piana. Si tratta di un’azione rivolta ai genitori, agli operatori locali e alla comunità educante attraverso momenti di sensibilizzazione e di formazione. Al centro c’è naturalmente la lettura, la sua importanza, la funzione che svolge per la crescita e la formazione della persona, il ruolo educativo della sua esperienza. La narrazione diventa così strumento di costruzione della personalità anche in un’ottica di relazione perché la lettura implica sempre un rapporto con le altre persone, in particolare nell’età prescolare a cui il progetto fa riferimento.

Nell’ambito di #Giffoni54 si terranno due incontri che rientrano in questa specifica sezione del progetto. Gli appuntamenti sono previsti per i prossimi 21 e 25 luglio, con inizio alle ore 11.00 presso il Giffoni Village.

Entra nel vivo anche l’attività di Mystery book e book crossing per lo scambio dei libri tra i bambini delle cinque Regioni coinvolte nel progetto. L’azione prevede la realizzazione di decorazioni e di illustrazioni legate alla lettura di specifici titoli in dotazione ai cinque cantieri che partecipano al progetto che saranno poi oggetto di scambio per favorire la massima circolazione possibile dei libri e per collegare all’esperienza della lettura il valore della condivisione. Gli incontri di questa sezione si svolgeranno il 22 ed il 24 luglio alle ore 17.30 ed il 25 luglio alle ore 10.30

Per il progetto – la cui responsabile è Antonia Grimaldi, coordinatore delle attività Marco Cesaro – è stato messo in piedi un partnerariato molto ampio grazie al quale tutti gli aspetti del progetto, da quello didattico a quello socio-sanitario, possano avere interlocutori validi e formati. Ne fanno parte l’associazione Pollinolandia di Terranova di Pollino, l’associazione DeArt di Pontecagnano Faiano, l’associazione culturale Sophia di Salerno, l’associazione L’Astronave a pedali di Eboli, l’associazione Prosopon di Rizziconi, l’associazione socio-sanitaria San Nicola di Giffoni Valle Piana, l’associazione Speed Solutions di San Donà di Piave, la cooperativa Il villaggio di Esteban di Salerno, la cooperativa sociale Scenari Verdi di Nuoro.

Il progetto coinvolge, perciò, cinque Regioni italiane (Campania, Basilicata, Calabria, Sardegna e Veneto) dando così vita ad una vera e propria rete territoriale che mette insieme tutta l’Italia, dal Sud al Nord, con l’obiettivo di stimolare l’interesse dei bambini e l’impegno della comunità educante rispetto al tema della lettura nella prima infanzia.

Qui il link per partecipare ai laboratori: https://giffoni.it/nonmimancanoleparole/laboratori-giffoni54/

Giffoni ancora una volta allarga i suoi orizzonti aprendo una parentesi  anche sulla lettura e quindi la crescita culturale, ovviamente rivolta ad ogni età. Come ogni anno anche se quest’anno con qualche difficoltà in più legata ai fondi, come tutti sappiamo  il festival si ingrandisce sempre più. La manifestazione internazionale da ora fino al 9 luglio continuerà a crescere divulgando il programma definitivo, che speriamo essere pieno di ospiti internazionali e di concerti da svolgersi  nei 10 giorni della chermes.

 

 

 

Related posts

Stefano Piccirillo a Il tempo del vino e delle rose

Redazione

“Ustica”: Martinelli fa luce sulla tragedia

Renato Aiello

Stanze, il nuovo libro della scrittrice messicana Celina Davila

Redazione

Lascia un commento