16 Agosto 2022

SULPEZZO.it
approfondimenti cinema

23 Luglio 3 giornata del Giffoni film festival, ospiti l’attrice Giannetta e la Ramazzotti

La terza giornata del Giffoni film festival ha visto tante star camminare sul blu carpet. Tra queste non sono passate inosservate, Micaela Ramazzotti, la quale ha raccontato a giurati e stampa la sua prima esperienza da regista, facendo intendere che la regia le piace molto. Insieme all’attrice era presente anche la figlia piccola che con le sue domande alla madre a fatto piangere l’intera platea e Micaela stessa. L’incontro con la Ramazzotti è avvenuto intorno alle 17, mentre il secondo ospite ha incontrato giurati e stampa alle 18. Il secondo ospite della giornata giornata di ieri mercoledì 23 luglio è stata Maria Chiara Giannetta, la quale  alla giovane età di 30 anni vanta già ruoli da protagonista importanti, come quello di Anna Olivieri nella serie Don Matteo e quello di Blanca Ferrando nella serie Blanca. Il ruolo che ha avuto più risalto e a suscitato tanta curiosità nella platea, è stato quello di Blanca visto anche il tema della cinquantaduesima edizione del festival, che è Invisibili. Nel racconto dell’attrice alla platea abbiamo scoperto che lei già mentre era in viaggio per Sanremo voleva prendere parte a questa edizione del festival. Il personaggio di Blanca ci tocca un po’ tutti ed è il personaggio per il quale L’attrice era stata effettivamente invitata li, in quanto nella serie lei è una stagista in un commissariato di polizia genovese che  è affetta da cecità,  quindi invisibile agli occhi dei cosiddetti normali.  Lei ha dichiarato di voler continuare con la serie Blanca facendo anche la  seconda stagione. Blanca con tutte le difficoltà  portate  dalla sua condizione cerca di non gravare sul padre, quale si preoccupa per lei, forse anche troppo e sui colleghi della polizia che molto cose gli impediscono di fare per  paura e timore che le possa succedere qualcosa,  chi sa se lei riuscirà a dimostrare che nonostante il suo problema lei può cavarsela da sola?

Related posts

Nano Film Festival: Covid chiama, il cinema risponde

Redazione

LA SCUOLA NAPOLETANA, I PARTIMENTI ED IL METODO CATEMARIO

ANGELA ANDOLFO

Visioni sotto l’ombrellone: “Mal di Pietre” con Marion Cotillard

Renato Aiello

Lascia un commento