21 Luglio 2019

SULPEZZO.it
food

Il pane all’acqua di mare arriva nei supermercati napoletani


Approda nella grande distribuzione l’alimento povero di sodio ma ricco di minerali essenziali

È arrivato sugli scaffali dei supermercati napoletani Sole 365 il pane all’acqua di mare. Già proposto con grande successo da alcuni panifici vesuviani, questo prodotto approda finalmente in grande distribuzione, per soddisfare una platea di consumatori sempre più attenti alla salute.

Un alimento che suscita grande curiosità, che porta con se tutta la suggestione della cultura mediterranea. Ma cos’ha di davvero speciale, tale da attirare l’interesse della scienza alimentare? Questo pane è fatto con acqua di mare, ricca di minerali naturali, è preparato senza aggiunta di sale, ma è molto saporito.

I vantaggi rispetto al pane comune sono notevoli. In primo luogo, la drastica riduzione del sodio, che lo rende ideale per chi deve seguire una dieta povera di sale. Ma c’è di più: il pane all’acqua di mare è ricco di  minerali essenziali: magnesio, iodio, potassio, ferro e calcio. Il pane, il cibo più basilare, può così fornire una preziosa integrazione all’alimentazione quotidiana.

Maria Grazia Volpe, ricercatrice del Cnr – Istituto di Scienze dell’alimentazione, dichiara che “Gli studi approfonditi sinora compiuti attestano le qualità del pane prodotto con l’acqua di mare, che è naturalmente ricco di elementi essenziali per la salute, oltre a essere un ottimo antiossidante. Il suo consumo è indicato per chi deve seguire una dieta povera di sodio e consente di arricchire la dieta di componenti fondamentali”.

Il Ministero della Salute raccomanda di non superare la soglia del 1,3% di sodio nel pane, che è la principale fonte di sale nella nostra alimentazione. Il pane all’acqua di mare ne contiene solo l’1%. Un risultato importante, che ha attirato l’interesse di istituzioni come la Sinu (Società Italiana di Nutrizione Umana).


L’arrivo in grande distribuzione si deve a Pan del Giorno, marchio storico della panificazione napoletana. “Il consumo di pane sta cambiando nel corso degli anni – afferma il titolare Giacomo Luongo – il pubblico è sempre più attento alla qualità del prodotto e ai benefici che apporta alla salute. In particolare, c’è una crescente richiesta di pane a basso contenuto di sodio, che fino ad oggi comportava inevitabilmente una diminuzione del sapore. Usare l’acqua di mare nell’impasto ci dà la possibilità di realizzare un pane senza sale aggiunto, ma ancor più saporito di quello normale. Siamo orgogliosi di essere, insieme a Sole 365, i primi in Italia a portarlo in grande distribuzione”.

L’acqua usata per la ricetta è fornita da Steralmar, prima azienda italiana a produrre acqua di mare microbiologicamente pura per uso alimentare, secondo un metodo di purificazione brevettato e scientificamente approvato.

Related posts

Ottava edizione del Rocktoberfest di Vizzolo Predabissi (Milano): prima settimana da urlo

Maurizio Zanoni

Pub Dèmodè, la novità di Caivano

redazione

Capodanno al Sensi Restaurant di Amalfi, cenone raffinato per il 2018

Renato Aiello

Rispondi